La storia di Pierluigi Damiani, inventore di Infocom e Dadecom Stampa E-mail

Lecce, lavorare con la crisi? Facile, allestire portali web

di Francesco Greco
 
LECCE – Come autoccuparsi al tempo della crisi planetaria? Dando lavoro a se stessi, le persone intorno e, part-time, a 5-6 unità? Col web, naturalmente. Che in tempo reale porta all’altro capo del mondo la bontà di un olio extravergine, la cucina della nonna in un agriturismo fra gli ulivi secolari e le cicale, le tracce polisemiche di un’antica civiltà. Pierluigi Damiani sin da ragazzo ha la passione del marketing, la comunicazione, il business. Che ha affinato in seminari, convegni e master in giro per l’italia.

Cominciò come rappresentante: dal 1992 al 1997 per  la “Idroservice Italia” (depuratori) per poi diventare ispettore aziendale passando all’addestramento, l’alta formazione, il reclutamento inventandosi nuove strategie di marketing finite in pubblicazioni di successo. Dal 1998 al 2000 è stato direttore commerciale della “Asti Telecomunicazioni”, per cui avviò la Divisione Commerciale.
   Poi, “vittima”, come tanti, della nostalgia per le radici – nel frattempo aveva messo su famiglia e oggi ha due splendide bimbe - è tornato ad Alessano, nel Leccese, da dov’era partito. S’è guardato intorno, ha scannerizzato il territorio e ha visto che tante aziende (dall’agricoltura biologica al turismo, dall’artigianato tipico agli immobili, dalle barche ai beni di lusso, ecc.), potevano decuplicare il potenziale se solo fossero apparse sul web. Sembra facile, l’uovo di Colombo. Solo all’apparenza. Perché, se è normale proporre un albergo a 4 stelle a due passi dall’Adriatico verde smeraldo oggi che il turista non vuole solo sole e mare anche soprattutto sintonizzarsi con l’anima profonda di una terra, le opzioni di un resort extralusso, la squisitezza dei sottoli di Presicce su un sito, non lo è poi gestirlo, posizionarlo, valorizzarlo, monitorarlo di continuo, inventarsi mille espedienti affinché il navigatore giapponese, finlandese, belga “inciampi” su quel sito e decida per le vacanze in una masseria a Otranto, o far fare a un norvegese la spesa on-line con prodotti della terra maturati al sole di Gallipoli e dintorni, o convincere un londinese che nella credenza un servizio di terrecotte di Lucugnano o Cutrofiano ci starebbe proprio bene.
   Da Alessano alla conquista del mondo. Navigando sul web. Con l’E-Business e il Marketing on-line. Nel 2000 ha realizzato il suo sogno: ha fondato la “Infocom Studio” per la realizzazione di siti web professionali. Nel 2007 “Dadecom” per la gestione di portali e business on-line. Il network propone le interfacce dell’economia regionale: pugliaholidays.it, pugliacasevacanza.com, salentocasealmare.it, businessimmobiliare.it,. In allestimento: luxuryitaly.it , guidaturismoinitalia.it, businessbarche.it e un portale sull’arredamento. Il territorio però è ancora un passo indietro rispetto alle opportunità offerte dalla Rete. “Infatti abbiamo aperto un ufficio a Roma, in via Sistina, per espanderci più velocemente: qui tutto procede lentamente”, conferma Damiani. È la vecchia questione del “nanismo” delle imprese, uno dei “mali” del Sud. Tanto ci sarebbe poi da dire su professionalità e improvvisazione degli imprenditori, molti dei quali fanno altri lavori. Un marchio di terrecotte, col sito web ha avuto così tanto successo di richieste  che ha chiamato disperato per oscurarlo: non voleva crescere tante erano le ordinazioni da tutto il mondo. Viceversa, un’altra azienda del settore luminarie, che non aveva un mercato fuori dalla provincia, oggi ha proposte di lavoro dalla Svizzera, Spagna, Giappone, Italia del Nord: ha dovuto fare 30 assunzioni. Intanto ci sono alberghi affiliati su pugliaholidays.it, da S. Maria di Leuca al Gargano dove, grazie a “Dadecom”, arrivano in ogni periodo dell’anno pullman di francesi, tedeschi, svizzeri, ecc. “Noi crediamo alle aziende che credono in noi”, conclude con uno slogan sorridendo Damiani, che collabora anche alla “Esseccì” di Carmelo Sergi, leader nel settore eventi nello spettacolo (in portafoglio anche il “Premio Barocco”, il “Gran Galà della Croce Rossa”, etc.) e alla “3 +”, holding dello stesso imprenditore di Presicce con filiali a Roma, Milano, Ginevra e Montecarlo: gestisce comunicazione ed eventi di grandi marchi fra cui la Juventus, San Pellegrino, Mapei, etc. Dell’azienda pugliese, oltre al general manager, fa parte Giuseppe Turano. Mirella e Tiziana De Giorgi, laureate in Scienze dell’Informazione all’Università di Bari. La prima è direttore operativo, la seconda responsabile sviluppo e progetto. Entrambe sono anche esperte di grafica Web Designer e Web Application.