Montinaro parteciperà al Campionato Italiano Assoluto di pesca in apnea Stampa E-mail
Scritto da Scritto da Redazione (Il Salentino Anno III n.43 - Dal 14 al 28 luglio 2010)   
di Vittorio Calosso
Pesca grossa per Giampiero Montinaro dell’Asd “I Corsari” di Martignano, che è stato promosso in prima categoria e parteciperà al Campionato Italiano Assoluto di pesca in apnea in programma a settembre a Bosa, in Sardegna. L’atleta salentino ha staccato il biglietto per la competizione nazionale nella Semifinale B che si è svolta nei giorni scorsi nel tratto di mare compreso tra Torre Suda e Torre Sinfono di Alliste, a cui hanno preso parte complessivamente 31 atleti. Tra questi, i primi dieci classificati (insieme ai primi dieci della semifinale A riservata ad atleti del centro-nord) guadagnavano il diritto a partecipare agli Assoluti: Montinaro, ottavo al termine della prima giornata, ha rimontato nella seconda piazzandosi terzo e guadagnando così il quarto posto definitivo nella classifica generale. Niente da fare per gli altri salentini in gara: Alessandro Congedo, tesserato per il “Cjs Atlantide” di Copertino, e delegato provinciale della Fipsas, si è piazzato venetsimo. Solo ventottesimo, dopo la bella prova dell’anno scorso, Luigi Puretti sempre dell’Asd “I Corsari”. La gara è stata bella ed appassionante, anche se difficoltosa nella seconda giornata, quando il mare increspato e forti correnti sottomarine nel tratto designato come campo hanno reso problematico il rientro di alcune imbarcazioni. La preda più grossa del campionato è stata pescata venerdì proprio da Montinaro: si tratta di un’ombrina di quasi due chili che ha influito in maniera determinante alla sua rimonta in classifica. Anche quest’anno la manifestazione ha riservato una curiosità: il primo giorno di gare una murena appena pescata da Giuseppe Piras, e depositata come da regolamento nel gommone, ha morso al tallone il barcaiolo dell’atleta sardo. È stato necessario l’intervento di un medico che, non potendo portare il ferito sulla terraferma per non inficiare la gara, ha dovuto applicare cinque punti di sutura sull’imbarcazione stessa." A parte il piccolo incidente, il bilancio è anche quest’anno molto positivo – ha dichiarato Annarita Bucari, presidente dell’associazione Centro Blu Mare di Lecce che organizza il Campionato - I ringraziamenti sono quindi doverosi nei confronti del sindaco di Ugento, Eugenio Ozza, e dell’assessore allo sport, Graziano Greco, che sono stati sempre presenti ed hanno garantito lo svolgimento della manifestazione senza intoppi". Il direttore della gara è stato Massimo Donno, il giudice Francesco Orlando. Il Campionato è stato patrocinato dal Coni Lecce, dalla Regione Puglia e dal Comune di Ugento.