Lecce: presentati gli ultimi acquisti Stampa E-mail
Scritto da Andrea Montinaro   
Rispoli, Coppola, Di Michele, Jeda e Ofere. Sono questi i nuovi acquisti che il tecnico Gigi De Canio avrà a disposizione per completare l’organico. C’è soddisfazione, dunque, per la chiusura della campagna trasferimenti estiva in casa giallorossa e l’occasione per fare il punto sulla situazione è più che mai propizia. “Nel valutare la nostra campagna acquisti – precisa subito il presidente Pierandrea Semeraro – non si può non tener conto  che la nostra società, rispetto al resto dei club di Serie A, partiva con un notevole gap finanziario. Malgrado tutto, abbiamo fatto ogni sforzo possibile per dotare la nostra squadra dei giocatori che servivano al tecnico per completare la rosa, attenendoci alle linee guida che avevamo tracciato in un’importante riunione strategica, tenutasi ad inizio stagione. Erano presenti tutti i vertici societari, il nostro tecnico De Canio ed il ‘patron’ che, anche quest’anno, immetterà nelle casse societarie risorse finanziarie di tasca propria. Nel corso di quella riunione fu stilata una lista di calciatori a noi utili tatticamente. A conclusione di questa campagna trasferimenti,  possiamo affermare che sono stati presi tutti i giocatori che ci servivano dal punto di vista tattico, anche se,  per alcuni obiettivi in lista, sono sorte delle difficoltà. Una società come la nostra, purtroppo, non può permettersi di spendere 4 milioni per la metà di un attaccante. Tuttavia, ogni volta che siamo stati costretti a deviare dalle nostre linee guida, abbiamo vagliato tutti insieme, consultandoci telefonicamente o di persona, le nuove strategie da adottare. Mi ritengo, comunque,  soddisfatto della campagna trasferimenti: forse abbiamo una rosa abbondante, dato che non ci sono state operazioni in uscita, ma sono certo che anche chi era in procinto di lasciarci e non ha accettato di giocare in serie B, alla fine ci tornerà utile. Ci tengo a ribadire che questa campagna acquisti è stata condotta di comune accordo e nessuno ha agito di sua spontanea volontà. Abbiamo operato  sempre di pari passo con il mister che, proprio per il ruolo che riveste, dal punto di vista tecnico conosce i giocatori che il mercato proponeva meglio di un direttore sportivo”. Dello stesso l’allenatore del Lecce De Canio:“Dallo scorso la nostra struttura societaria è stata modificata e l’allenatore è diventato parte integrante della società: le decisioni, pertanto, si prendono insieme. Ognuno, nell’ambito del proprio ruolo, ha i suoi compiti: io ho la responsabilità tecnica, poichè scelgo i giocatori che fanno al caso nostro, individuati sulla base di criteri tecnici, tattici ed economici. Dire che l’allenatore non è stato accontentato, se qualche giocatore non siamo riusciti a portarlo a Lecce, è sbagliato proprio in virtù del fatto che dobbiamo sempre attenerci alle linee guida che vengono tracciate insieme. Problemi di rosa? Non credo. Anzi, ritengo chela competizione tra giocatori di uno stesso reparto possa  rivelarsi uno stimolo in più a far bene. Peraltro, si tratta di ragazzi che si sono dimostrati dei veri professionisti e molto seri, come quelli che già avevamo. Il campionato è lungo e sono convinto che ognuno si ritaglierà il proprio spazio e saprà rendersi utile al momento giusto”.
Quattro nuovi arrivi ed un gradito ritorno. Quello di David Di Michele, protagonista lo scorso anno nella cavalcata trionfale che ha portato alla vittoria del campionato di Serie B: “Si tratta di una bella avventura, per me – afferma David Di Michele  - e per questo ringrazio sia il presidente che l’allenatore per l’opportunità che mi è stata offerta. Torno a Lecce con lo stesso spirito con cui sono arrivato qui lo scorso anno:  voglio mettermi a disposizione del mister e dei miei compagni, lavorando con impegno per dare il mio contributo e per mettere a disposizione la mia esperienza. Il mio ritorno a Lecce rappresenta una scelta di vita: ho  messo i soldi in secondo piano con l’obiettivo di tornare a star bene e giocare divertendomi.” Molto contento dell’approdo in giallorosso anche l’ex-cagliaritano Jeda che ha sottoscritto un contratto di 3 anni: “Mi ha fatto piacere che il Lecce mi abbia cercato così insistentemente. Ho accettato molto volentieri di venire qui ed arrivo con grandi motivazioni. Non ho la presunzione di partire da titolare, ma farò di tutto per giocarmi le mie chances per conquistarmi una maglia.” Dal Parma arrivano poi con la formula del prestito secco il difensore Rispoli e il centrocampista Coppola. “A Parma, purtroppo, non credo che avrei avuto molto spazio quest'anno. – dichiara sinceramente l’ex bresciano - Eravamo in tanti ed io, essendo ancora giovane, ho bisogno di giocare. Spero che mi offra maggiori opportunità il Lecce, la cui proposta mi è sembrata molto interessante; l’ho presa subito in considerazione perché il questa è una grande società e la squadra è ambiziosa”. Il Lecce e Coppola, invece, si inseguivano da tempo e finalmente si sono trovati: “Questo matrimonio – ironizza il centrocampista – è stato finalmente fatto. Sono contento di essere qui, in una società che ha dimostrato grande interesse per me.” L’ultimo ad essere stato presentato è stato il nigeriano con passaporto comunitario Edward Ofere: “Sono consapevole che questo trasferimento rappresenta un passo molto importante per la mia carriera e per questo voglio dare il massimo. Sono un tipo di calciatore fisico ma allo stesso tempo tecnico, anche se so di dover migliorare sotto quest’ultimo aspetto e per farlo confido nell’aiuto del team. Ho tre presenze con la nazionale nigeriana e spero di poter fare bene nel Lecce, anche per avere maggiori possibilità di giocare. Il campionato italiano ha uno standard molto alto e sono cosciente di dover imparare tanto.”
La rosa ora è completa. La patata bollente è tutta nelle mani di Gigi De Canio. Sarà lui a dover decidere settimana dopo settimana chi mandare in campo e chi in panchina. Il campo poi parlerà coi fatti. Sarà una tranquilla salvezza?