INPS: HAI LAVORATO IN SVIZZERA O IN GERMANIA? Invia la mail per l’incontro con gli esperti esteri Stampa E-mail
Scritto da Antonio Negro   

 

L’INPS di Lecce è stata prescelta quale sede per lo svolgimento delle “Giornate di informazione previdenziale italo-tedesche-svizzere”, che si terranno martedì 5 e mercoledì 6 novembre 2013 a Lecce. Come nel 2011 (ma questo è il quinto anno: le precedenti edizioni sono del 2006, 2007, 2008 e 2011) vi è il decentramento dell’iniziativa: le “Giornate” si svolgeranno anche a Casarano – sempre presso gli uffici Inps – giovedì 7 e venerdì 8 novembre 2013. Le “Giornate” hanno lo scopo di avvicinare gli Istituti previdenziali esteri ai cittadini per fornire, anche prima del raggiungimento dell’età pensionabile, informazioni sui requisiti richiesti e sugli investimenti assicurativi all’estero. In questo modo i lavoratori emigranti, rimpatriati in Italia, possono ricevere informazioni sulla loro posizione contributiva estera direttamente dai rappresentanti degli enti pensionistici dei Paesi esteri. Durante le “Giornate” saranno presenti, presso l’INPS di Lecce e Casarano, quattro funzionari di Organismi Assicuratori esteri, due della Cassa Svizzera di Compensazione AVS di Ginevra e due della Deutsche Rentenversicherung – DRV Schwaben di Augsburg. Questi offriranno assistenza e consulenza previdenziale ai nostri connazionali, residenti in provincia di Lecce, che abbiano lavorato in Svizzera o in Germania, affinché possano esercitare nel migliore dei modi i diritti che derivano dall’aver prestato attività lavorativa all’estero. Gli esperti incontreranno gli assicurati sulla base di appuntamenti prefissati dall’INPS di Lecce. Per richiedere un appuntamento è sufficiente inviare una e-mail all’indirizzo Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. , segnalando i propri dati anagrafici, la nazione in cui si è lavorato – Svizzera o Germania - ed indicando le preferenze per il luogo, la giornata e la fascia oraria dell'appuntamento. E’ importante che gli interessati si affrettino, per non perdere la preziosa opportunità. Infatti, sulla base delle precedenti esperienze, ma anche considerando la complessità della materia e l’esiguo tempo a disposizione, non si potrà superare la soglia di circa duecento appuntamenti da fissare.