Evade per perseguitare la ex e il nuovo compagno. In manette stalker seriale Stampa E-mail
Scritto da Tratto da Lecceprima.it   

 

 

LECCE – Accusato di evasione dagli arresti domiciliari e atti persecutori, è finito in manette. G.S.S., un 32enne leccese, è stato arrestato nella giornata di ieri dagli agenti di polizia dellasquadra mobile e della sezione volanti. Già destinatario di ammonimento emesso dal questore di Lecce, l’uomo ha continuato a perseguitare la sua ex compagna, una trentenne del posto, e il fidanzato di questa. Ha cercato entrambi sui rispettivi profili Facebook, poi tramite telefono e finendo per  appostarsi nelle vicinanza della loro abitazione e del luogo di lavoro.

 

Per questo motivo l’autorità giudiziaria aveva emesso nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dalla persona offesa,misura poi aggravata, a causa della reiterazione del reato, in quella degli arresti domiciliari.Fino a quando, nella serata di ieri, il personale della questura si è recato presso l’abitazione del 32enne, scoprendo che quest’ultimo era evaso. Contemporaneamente, sul numero di pronto intervento era giunta una richiesta di soccorso da parte della vittima, la quale aveva scorto lo stalker  a poca distanza, nei paraggi di un supermercato.

 

Accortosi che la sua ex compagna stava chiamando i soccorsi, l’uomo si è dileguato, dirigendosi verso casa. Ed è qui che i poliziotti della squadra mobile lo hanno raggiunto. Il sostituto procuratore di turno, Massimiliano Carducci, ne ha disposto il trasferimento in carcere. L’uomo è difeso dall’avvocato Alberto Erroi del Foro di Lecce.

 

Annuncio promozionale