IL GRANDE SALENTO PER IMMAGINI - GALATONE, NEI PRIMI GIORNI DI MARZO IN LIBRERIA Stampa E-mail
Scritto da Pantaleo Candido   

Uscirà i primi giorni di Marzo il nuovo libro fotografico realizzato dalla casa editrice “Il Salentino Editore” in collaborazione con il Comune di Galatone e dedicato alla promozione del territorio salentino: “Il Grande Salento per Immagini – GALATONE” – Il volume, i cui testi sono stati curati dal noto scrittore e cultore di storia salentina Prof. Francesco Danieli, impreziositi dalle bellissime foto realizzate da Michele Mariano, narra Galatone in tutte le sue sfaccettature. Il lettore leggendo il libro, scoprirà la città di Galatone come non è stata mai vista prima d’ora. Oltre al Comune di Galatone hanno contribuito alla realizzazione del libro circa cinquanta attività economiche che in quel territorio hanno la sede operativa.

Dalla prefazione dell’autore:

È affascinante la mia Galatone, sensuale eppure riservata, come una donna d’altri tempi. Cinta in vita da qualche brandello di mura, ha la porta spalancata per chiunque voglia far l’amore con lei. In tanti l’hanno amata, in molti l’hanno sedotta, molti di più l’hanno tradita, le hanno usato violenza, hanno calpestato la sua dignità. Nei modi più diversi, ieri come oggi.

Ingenua nonostante tutto, orgogliosa e indifesa, lei rimane lì dov’è da secoli. Distesa nella Valle dell’Asso, prosperosa nelle tenui alture, è sinuosa nei dedali del borgo antico, intrigante nell’inesplorato sottosuolo, superba nei palazzi e solenne nelle chiese, austera nelle case di quegli umili che l’hanno resa grande.

Questa Galatone, magnifica nei suoi contraddittori chiaroscuri, vorrei che emergesse da queste pagine. Pagine in cui parlano le immagini, attraverso gli scatti artistici di Michele Mariano. Fogli di carta patinata in cui i caratteri impressi sono scritti col cuore, ma non per questo non dicono la verità. Quell’essenziale, invisibile all’occhio distratto del viandante di oggi, ho voluto presentare qui di seguito. Senza troppe censure, senza molti condizionamenti, nel bene e nel male.

Da questo ideale “ritorno a casa” io per primo ho tratto molti inaspettati benefici, gli stessi che auguro di guadagnare a chi vorrà compiere questo viaggio emozionale in uno dei più bei centri di Terra d’Otranto, per lungo tempo e ingiustamente relegato al di fuori dei circuiti turistici salentini più gettonati.

Per scrivere quanto qui ho riportato non ho potuto né voluto fare a meno delle annose fatiche dei tanti ricercatori che prima di me hanno speso energie culturali e intellettuali per la rivalutazione di Galatone: gli studi avanguardisti di Pasquale Maria Miccoli e quelli di mio padre, Gaetano Danieli, cui devo quasi tutto; il prezioso zibaldone di don Sebastiano Fattizzo; le ricerche puntuali di Vittorio Zacchino; gli interessanti approfondimenti di Francesco Potenza, Giuseppe Resta e Riccardo Viganò. A loro, all’Editore che ha voluto affidare proprio a me questo delicato incarico, a tutti coloro che in vario modo hanno contribuito alla realizzazione della presente opera il mio più sincero grazie! Ai lettori l’augurio di buon viaggio, virtuale e reale, nella Città del Galateo. A tutti un abbraccio accogliente, con la preghiera di perdonare eventuali sviste e tollerare possibili errori.