Radio Salentina

Otranto. Si adottino misure di rilancio per contrastare le perdite causate dal Coronavirus Stampa E-mail
Scritto da Alessandro Zezza   

 

“Più che un virus da pandemia siamo di fronte al virus della paura, il turismo e l’intrattenimento si nutrono di mode ed umori è quindi consequenziale che possano trovare alcune difficoltà in questo momento storico cosi travagliato. Dobbiamo però saper reagire con un piano straordinario di rilancio” -dice Alessandro Zezza di Masseria Panareo- “I danni che il contagio da isteria da corona virus sta portando nel comparto turistico sono enormi e ancora molto sottostimati. Il problema non si risolve rincorrendo un piano di posticipo di imposte o sospensioni di pagamenti. Serve un piano strategico di rilancio da attivare il più presto possibile, che sappia far recuperare quell'appeal che momentaneamente la nostra offerta sembra aver perso. E' indispensabile che tutto il Sistema Paese Italia si riappropri della sua autorevolezza e di una più marcata centralità nello scacchiere internazionale.

C'è bisogno di una serie d'azioni immediate, concrete e strategiche da attivare non appena il contagio e l'isteria si fermeranno, o rallenteranno. E bisogna prepararle ora, il più presto possibile. Non si attenda oltre! La Regione si attivi per dare risposte ai territori in questo momento più sensibili: il Salento ed il Gargano.

Abbiamo bisogno di un grande investimento per un offerta di voli low cost shok ,soprattutto su Brindisi, per rilanciare l'incoming. Una speciale destinazione di scopo della tassa di soggiorno da parte dei comuni che ne beneficiano per aumentare le possibilità di mobilità dei turisti e dei servizi sul territorio per il turista. Un pacchetto cultura con musei e chiese aperte fino a notte, con aperture speciali e gratuite. Si preveda in oltre un piano di ammortizzatori sociali per tutti quei professionisti del turismo ( camerieri, cuochi, barristi ecc.) che quest'anno potrebbero vedere sfumare il loro posto di lavoro e quindi la loro capacità di produrre reddito. In poche parole bisogna recuperare in poco tempo quello che non si è fatto in molti anni. Si intervenga con queste misure, le si adottino subito, per giungere in tempo utile per salvare questa e (forse) anche le successive stagioni turistiche”.