Stampa E-mail
Scritto da tratto da Ilfattoquotidiano.it   

Scende sotto gli 80mila il numero delle persone attualmente affette da coronavirus. Lo rivelano i numeri diffusi dalla Protezione civile nel cui bollettino scrive che il calo dei malati nelle ultime 24 ore è stato di 2.909 unità (ieri erano stati 1.222) per un totale di 78.457. Sono invece 888 i nuovi casi registrati in 24 ore, per un totale di 222.104. Ieri l’aumento era stato di 1.402. Numeri, quest’ultimi, che tornano a far calare il trend dei contagi dallo 0,63% di ieri allo 0,4% di oggi.

Aumentano anche i guariti: sono 112.541 in totale, con un incremento di 3.502 rispetto a ieri. Le vittime giornaliere rimangono sotto la soglia delle 200, anche se in leggero aumento rispetto a ieri: nelle ultime 24 ore sono morte 195 persone contro le 172 di ieri, portando il totale dei decessi a 31.106. Per la prima volta dall’inizio dell’emergenza, il numero dei dimessi e dei guariti supera il 50% dei casi totali: 112.541 su 222.104.

Continua a calare il numero delle persone ricoverate in ospedale: in terapia intensiva si trovano oggi 893 persone, 59 meno di ieri. Ricoverate con sintomi 12.172 persone, 693 in meno. Mentre si trovano in isolamento domiciliare 65.392 persone (-2057).

I tamponi effettuati sono 2.735.628, con un incremento di 61.973 rispetto a ieri. Le persone sottoposte a tampone sono in totale 1.778.952.

Lombardia, 394 nuovi contagi e 69 decessi
Sono 394 più di ieri le persone contagiate dal coronavirus in Lombardia, per un totale di 83.298, con 10.919 tamponi processati. L’aumento di martedì era stato invece di 614 nuovi casi. I decessi sono saliti a 15.185, quindi 69 più di ieri, mentre continua a diminuire il numero dei ricoverati: 307 in terapia intensiva (-15) e 5.007 negli altri reparti (-215).

Le altre Regioni: i contagi
Nel dettaglio, gli attualmente positivi sono 30.032 in Lombardia (-643), 12.491 in Piemonte (-693), 6.502 Emilia-Romagna (-299), 5.020 in Veneto (-170), 3.563 in Toscana (-278), 2.718 in Liguria (-61), 4.235 nel Lazio (-38), 3.013 nelle Marche (-195), 1.815 in Campania (-62), 573 nella Provincia autonoma di Trento (-94), 2.322 in Puglia (-99), 1.889 in Sicilia (-22), 779 in Friuli Venezia Giulia (-22), 1.489 in Abruzzo (-59), 413 nella Provincia autonoma di Bolzano (-24), 106 in Umbria (-3), 491 in Sardegna (-15), 93 in Valle d’Aosta (-11), 551 in Calabria (-17), 131 in Basilicata (-9), 231 in Molise (+5).

Le altre Regioni: le vittime
Quanto alle vittime, sono in Lombardia 15.185 (+69), Piemonte 3.460 (+32), Emilia-Romagna 3.905 (+20), Veneto 1.712 (+26), Toscana 964 (+5), Liguria 1.314 (+13), Lazio 577 (+11), Marche 971 (+2), Campania 394 (+1), Provincia autonoma di Trento 446 (+1), Puglia 460 (+4), Sicilia 262 (+1), Friuli Venezia Giulia 316 (+3), Abruzzo 375 (+5), Provincia autonoma di Bolzano 290 (+0), Umbria 72 (+1), Sardegna 120 (+0), Valle d’Aosta 141 (+1), Calabria 93 (+0), Basilicata 27 (+0), Molise 22 (+0).