Radio Salentina

Bandiere Blu 2020: tornano a sventolare su Melendugno. Castro, Salve e Otranto si confermano Stampa E-mail
Scritto da Claudia Forcignanò, tratto da corrieresalentino.it   

SALENTO – Puntuale come ogni anno torna l’appuntamento con le “Bandiere Blu”, l’ambito premio conferito alle marine che si sono contraddistinte per la pulizia dell’acqua e il rispetto dell’ambiente dalla ong internazionale FEE (Foundation for Environmental Education, Fondazione per l’educazione ambientale), basandosi sui prelievi delle Arpa, le agenzie ambientali delle Regioni.

Dopo la delusione del 2019, torna in lista il comune di Melendugno con le sue marine, mentre si confermano quelle di Castro, Salve e Otranto.
In tutto sono 195 i Comuni italiani che hanno ottenuto la bandiera blu nel 2020, con un incremento di 12 in più rispetto ai 183 dell’anno scorso e nessuna uscita e un totale di 407 spiagge, ovvero circa il 10% delle spiagge premiate a livello mondiale.
Inoltre il riconoscimento è stato conferito anche 75 approdi turistici.

Alberto Capraro, vicesindaco di Castro

Il commento delle istituzioni non si fa attendere:  “Anche quest’anno abbiamo ottenuto questo importante riconoscimento, frutto di un lavoro sul campo, quotidiano e incessante – scrive Alberto Capraro, vicesindaco di Castro – Un onore e un onore ancora più grande in questo momento storico drammatico per il turismo.
C’è voglia di ripartire e di realizzare quanto è stato momentaneamente sospeso.

Esprime soddisfazione sulla propria pagina facebook il comune di Melendugno: “Siamo lieti di annunciare l’assegnazione della BANDIERA BLU 2020 al Comune di Melendugno da parte della FEE, un riconoscimento alle bellezze naturali e alla gestione ambientale del nostro territorio. Grazie alle cittadine e ai cittadini che hanno accettato e portano avanti la sfida della raccolta differenziata e alla scuola con i progetti di educazione ambientale.
Grazie agli operatori turistici, ai commercianti e a tutti i nostri ospiti che anche in vacanza rispettano e amano le nostre bellezze.

Francesco Villanova, sindaco di Salve

Altra dichiarazione arriva dal primo cittadino di Salve, Francesco Villanova, che scrive: “Quest’anno la bandiera blu acquista un significato più profondo considerato il momento che stiamo vivendo e quindi è una notizia che dà un impulso di vita. La bellezza delle nostre spiagge è frutto anche dell’impegno dell’amministrazione da me guidata a porre in essere la giusta attenzione e gli opportuni provvedimenti che le marine richiedono. È anche un ulteriore imput per tutti gli operatori turistici che lavorano sul territorio, perché questa notizia è uno stimolo per fare ancora di più e meglio”

Francesco De Giorgi, assessore al turismo Comune Salve

Ottenere la bandiera più di anno in anno – spiega Francesco De Giorgi, assessore al turismo Comune Salve – è sempre più difficile perché le politiche gestione ambientale richiedono uno sforzo sempre maggiore. Dietro l’ottenimento di una bandiera blu c’è un continuo impegno non solo dell’amministrazione comunale, ma anche degli operatori turistici e della comunità tutta. Questo importante riconoscimento è un dono che l’amministrazione vuole fare alla comunità salvese tutta e ai turisti che quest’anno verranno a trovarci”

Pierpaolo Cariddi, sindaco di Otranto

Esprime soddisfazione il Sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi: “Continuiamo a confermare questo prestigioso riconoscimento che premia un lavoro costante per mantenere e migliorare sempre più la qualità del nostro territorio in termini di servizi offerti e di tutela del patrimonio culturale, storico, artistico, stratificato dopo secoli e secoli di storia”.“Sono sempre di più gli interventi e i nostri progetti che mirano a una fruizione dei contesti al rispetto dei valori ambientali. Continueremo su questa strada che certamente riconosce l’impegno della nostra comunità”, conclude il primo cittadino.