Solidarietà
A SOLETO, IN MARCIA PER I DIRITTI DEI CITTADINI CON DISABILITA’ Sabato 7 Marzo ore 16,30 Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

Il Movimento Ugualmente Abili con la collaborazione di Turismetica, Anyway Accessalento, Integrazione Onlus, A.s.d. Utopia Sport, DnaDonna, Hey that’s Amore e Lapiantiamo Cannabis Social Club con il patrocinio del Comune di Soleto; coinvolgerà  Cittadini, Studenti, Associazioni, Operatori del Settore e Rappresentanti delle Istituzioni, in difesa dei Cittadini con disabilità.  La Marcia dei Diritti partirà da Largo Osanna alle ore 16:30 e attraverserà le strade principali del paese , colorandosi di bianco, fino ad arrivare in Via Quinto Ennio, presso l’Aula Magna dell’ Istituto Comprensivo “Falcone e Borsellino” (Scuola Media), dove l’incontro verterà sulla discussione di temi come: accessibilità, turismo sociale,  i recenti tagli del governo nella nuova legge di stabilità, politiche di piena d’ integrazione e d’inclusione sociale, difesa e promozione dei diritti civili e umani, solidarietà e sviluppo sociale e del  territorio. Due sono gli obiettivi della giornata, il primo sarà quello di mantenere viva l’attenzione sul tema, con la possibile creazione di una piattaforma sociale che possa favorire l’accesso e la fruibilità del patrimonio culturale, della solidarietà e dell’integrazione in ogni aspetto della vita dei Cittadini con disabilità. Il secondo obbiettivo sarà quello di una raccolta fondi per l’acquisto di un montascale a cingoli per l’abbattimento delle barriere architettoniche, che verrà dato in custodia al Comune di Soleto e messo a disposizione di chiunque ne faccia richiesta. Nel corso della serata interverranno diversi ospiti e relatori tra i quali: Diomede Stabile di Anyway Accessalento  assessore all’Accessibilità del Comune di Castrì, , Alessandro Napoli di Turismetica imprenditore nel turismo sociale e responsabile, Sabrina Bozzi Colonna fotomodella e giocatrice di basket in carrozzina, Grazia Turco campionessa italiana di Hand Bike, Sebastiano Grasso Associazione Hey that’s Amore per i diritti civili e umani, i Ragazzi dell’ Integrazione Onlus, L’artista Francesco Canale, Giuseppe Spagnolo rappresentante del Movimento Ugualmente Abili,  promotore dell’evento, Lucia Spiri e William Verardi del Cannabis Social Club Lapiantiamo. Sabato 7 Marzo alle ore 16.30,  tutti in piazza a Soleto , in un corteo vestito di bianco, contro ogni tipo di discriminazione e a protezione dell’ Articolo 3 della Costituzione .

 
Visita MINISTRA KYENGE a Nardò la dichiarazione di Salvatore Arnesano Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

 

“Quella di oggi per la Cgil Lecce è stata una giornata storica. È per noi motivo di orgoglio e soddisfazione avere accompagnato la Ministra Kyenge nei luoghi in cui è nato il primo sciopero dei braccianti stranieri stagionali contro lo sfruttamento e il caporalato, masseria Boncuri. Un luogo simbolo, in cui i lavoratori hanno preso coscienza della propria condizione e hanno lottato uniti per il riconoscimento dei diritti sindacali e per la legalità. Una struttura purtroppo chiusa da due anni. La Ministra ha incontrato i lavoratori nei campi di Nardò, ha visto di persona il degrado in cui i lavoratori vivono nel campo degli ulivi, nei pressi della ex Falegnameria, ha ricevuto un documento realizzato appositamente dalla Cgil e dalla Flai Lecce sulla storia e le vicende che hanno interessato queste aree negli ultimi anni e sulla importante attività sindacale e le proposte che la nostra Organizzazione ha portato avanti, con fatica ma con risultati concreti. Ci auguriamo che questa giornata rappresenti per tutti un momento di svolta, che sia la giornata in cui tutti i soggetti interessati assumano l’impegno di voltare pagina, lavorando insieme affinché Nardò, come auspicato dalla stessa Ministra per l’Integrazione, diventi simbolo nazionale di buone pratiche”.

 

 
“Non uno di più”. “report sulla povertà e l’esclusione sociale” della Caritas diocesana di Lecce Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

E' stato presentato giovedì 24 gennaio presso il cineteatro dei salesiani a Lecce, il secondo rapporto della Caritas sulla povertà e i disagi sociali. La povertà è in continua e progressiva evoluzione, come dimostrano i dati sull'incremento delle persone che si recano nei Centri di accoglienza parrocchiali, inoltre interessa strati sociali sempre più vasti, tanto che oggi sono incluse nel novero dei bisognosi fasce appartenenti al ceto medio. Inoltre è diventata un fenomeno dinamico, le cui caratteristiche mutano ad una velocità sorprendente ed esigono, perciò, nuove categorie interpretative, più aderenti alle connotazioni che sta via via assumendo. Così le classificazioni delle nuove forme di bisogno possono essere valide per un anno ma possono diventare obsolete in quello successivo. La conclusione è che l’azione da intraprendere non è solo quella di aiutare i poveri ad uscire dal loro stato di emarginazione, ma occorre anche eliminare le ingiustizie che stanno causando il dilagare della povertà, fare appello alle comunità cristiane, e alle autorità civili, perché prendano immediatamente provvedimenti per evitare che la povertà riguardi un numero sempre crescente di persone. Ecco allora il titolo del presente report “Non uno di più”, che, evocando don Milani, intende significare che occorre non lasciare più nessuno indietro. Il report è articolato in quattro capitoli: il primo riporta un’analisi del contesto socio-economico della provincia di Lecce, i dati del 2011 di Lecce e dei paesi coinvolti nella ricerca, un approfondimento del tema della povertà per quanto riguarda i bambini, le famiglie con minori e gli stranieri; l'offerta di servizi nell'area oggetto dell’indagine, condotta attraverso il punto di vista degli operatori sociali; il secondo contiene diciassette interviste ad altrettanti poveri, segnalati dagli operatori dei CdA, le cui testimonianze hanno consentito di ottenere una visione nuova del fenomeno, infatti è cambiata la prospettiva con la quale si è guardato ai soggetti dell’indagine, non più considerati per la loro rilevanza numerica, ma come un caso visto nelle sue caratteristiche uniche, ogni utente è stato esaminato in se stesso, nella sua integrità di persona. La seconda parte del capitolo è stata dedicata alla lettura dei dati sui bisogni, sulle richieste espresse dagli utenti e sugli interventi forniti dalla Caritas; il terzo capitolo comprende nove interviste ad operatori Caritas che riferiscono la loro esperienza, nonché i resoconti degli incontri operativi tra l’ èquipe dell’Osservatorio e i CdA di Lecce e dei paesi; il quarto è una sintesi delle strategie d’intervento adottate dalla Caritas Diocesana di Lecce e delle sue realizzazioni; riguardo agli strumenti della pastorale della carità, s’è dato conto delle opere-segno, sono stati riportati in modo dettagliato i risultati della “mappatura delle risorse” della diocesi e infine sono state indicate le linee guida per il futuro lavoro dell’Osservatorio da svolgere in stretta collaborazione con il Laboratorio Promozione Caritas, con il Centro Ascolto Diocesano e i CdA parrocchiali, puntando sul miglioramento del coordinamento e della comunicazione, attraverso la messa in rete dei dati relativi al territorio e per ottimizzare, in particolare, l’utilizzo delle risorse.

 
La Giornata contro le Droghe Celebrata il 12 maggio a Campi Salentina con il Musical “Voglio la libertà” Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

CAMPI SALENTINA. Il 26 Giugno prossimo si celebrerà in tutto il mondo la “Giornata contro le Droghe”. Per l’occasione, l’Assessorato alle Politiche Sociali di Campi Salentina, con l’intento di sensibilizzare i giovani e le famiglie su un tema di tale importanza, in collaborazione con la Comunità Emmanuel, è stato presentato in anteprima il 12 Maggio in Piazza Libertà, il Musical “Voglio la Libertà!”.

Leggi tutto...
 
La Compagnia delle Opere a Santa Maria di Leuca con il progetto "Servire l'Opera" Stampa E-mail
Scritto da Paola Mastrolia   

LEUCA. Si è tenuto a Leuca il 12 e il 13 aprile,  il terzo momento di lavoro previsto nell’ambito del progetto “Servire l’Opera”, un itinerario  di formazione e di  scambio di esperienze realizzato dalla Federazione Centri di Solidarietà della Compagnia delle Opere e da  “Opus Facere” dell’Associazione Santa Caterina da Siena. L’obiettivo di questi percorsi è proprio quello di qualificare le competenze possedute da operatori delle realtà e delle sedi della Federazione attraverso lo  scambio d’esperienze per incentivare la diffusione della cultura della solidarietà, della cooperazione, della condivisione e dell’impegno sociale.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 2