Arte
Lecce. Teatro Politeama Greco, Rinvio spettacoli causa covid 19 e riprogrammazione Stampa E-mail
Scritto da Sonia Greco   

 

La situazione che viviamo mette a dura prova la salute, la resistenza, il futuro di tutti noi.
Per il Teatro Politeama Greco, sopravvissuto a 2 guerre mondiali, si presenta un'altra difficile prova da superare.
Malgrado la già non facile situazione economica generale in Italia, prima dell'emergenza pandemia si poteva guardare con ottimismo al futuro.
Il Teatro Politeama Greco è considerato da operatori, artisti, compagnie, spettatori, un punto di riferimento culturale nazionale sede di spettacoli ed eventi importanti per circa 10 mesi l'anno. Con i lavori di climatizzazione, la sala danza, il nuovo sipario ed i miglioramenti tecnici effettuati entro fine 2019, grazie al finanziamento della Regione Puglia per gli 'attrattori culturali', eravamo pronti ad essere operativi per 12 mesi l'anno per rispondere alla domanda di una Lecce turistica e culturale ormai di fama internazionale.
La Stagione Teatrale 2019-20 ha avuto un percorso scandito da quasi tutti sold out
fino allo spettacolo di Carlo Buccirosso, andato in scena il 28 febbraio scorso, dopo il quale è intervenuta la sospensione dell'attività a causa dell'emergenza Covid 19.
600 Abbonati ci hanno accompagnato per tutta la Stagione Teatrale e sono ormai da anni una ricchezza davvero enorme per il Teatro, insieme al numeroso Pubblico che acquista i biglietti per i singoli eventi.
I provvedimenti del Governo di chiusura di tutti i teatri per contenere il diffondersi del covid 19 hanno segnato una drammatica battuta d'arresto per l'attività del Teatro. Siamo stati costretti ad  annullare gli ultimi 4 Spettacoli della Stagione Teatrale, ma siamo al lavoro per riprogrammare 4 nuove date di ricupero degli stessi.
Non vogliamo e non possiamo rinunciare al programma che ci eravamo dati. Non sappiamo ancora quali saranno le condizioni della ripresa e sappiamo che ai sacrifici che già facevamo ne saranno chiesti molti altri perché il settori teatrale è uno tra i più colpiti.
Alcuni spettacoli previsti fuori dalla Stagione Teatrale verranno ricuperati e molti hanno le nuove date già fissate.
C'erano in programma oltre 30 saggi di danza tra giugno e luglio che probabilmente (attendiamo comunque sempre l'evoluzione degli eventi ) non potranno aver luogo nelle date previste, ma c'è tanta voglia di ricominciare. Con molte scuole di danza stiamo cercando di ricuperare fissando le date entro la fine del 2020 e magari festeggiare, anziché prima delle vacanze estive, prima di Natale.Tutti i nostri programmi sono cambiati e ognuno di noi sta provando a fare del suo meglio per adattarsi alla situazione difficile che viviamo e che passerà. Ringrazio la disponibilità dei direttori artistici che condividono le difficoltà, ma anche la voglia di guardare al futuro con ottimismo e si adoperano a trovare una soluzione che contemperi le reciproche necessità.
Anche la Stagione Lirica è in forse, ma ci auguriamo di riuscire a ricuperare per fine anno.
Tra tutti questi problemi, la più bella domanda che
ci viene fatta da uno dei nostri Abbonati e che riporto testualmente è:'...dall'idea che mi sono fatto prima di fine anno difficilmente sarà possibile tornare a teatro. Volevo quindi chiedervi se state lavorando ad una nuova stagione a partire da gennaio 2021. Scusate il disturbo ma in questo momento difficile è bello pensare anche a una ripartenza e a cose piacevoli come il teatro. '
La mia risposta è che speriamo di riprendere  da novembre e che continueremo a programmare finché il sipario non si alzerà e gli attori non riusciranno a strappare al Pubblico, uno, tanti applausi. Perché lo spettacolo va vissuto dal vivo, con i sorrisi e la commozione di chi era in scena come di chi era seduto in sala ed ha visto il tempo volare calandosi in quella storia, quella musica, quella danza.
Da custode del Teatro della città
curo la fine di questo lungo letargo del tempio della cultura, in attesa del ritorno alla normalità. Pur consapevole delle tante richieste di aiuto che vengono da più parti, quest'anno più che mai faccio appello al sostegno di sponsor per la futura Stagione Teatrale 2020-21. Malgrado le tante difficoltà spero che, con l'aiuto indispensabile delle Istituzioni e del nostro Pubblico, tutto il gruppo di bravissimi collaboratori che con me fanno parte di quella che io amo chiamare 'Politeama Team' ritornerà a lavorare presto con l'entusiasmo di sempre.
Ci auguriamo di tornare ad accogliere Pubblico ed artisti.Restiamo a casa, solo così potremo rivederci presto.
Il nostro Sud sta dando una prova di grande coraggio, senso civico e resistenza.
Chiedo a tutti di continuare a sostenerci in questi tempi ancor più di prima con la speranza, quando la tempesta sarà finita, di rivederci in Teatro.


Avv. Sonia Greco
Di seguito la situazione (in continuo aggiornamento) degli spettacoli annullati con data di rinvio definita o in definizione:
SPETTACOLI STAGIONE TEATRALE 2019-20:
8/3 e 29/3 ALICE IN WONDERLAND
Circus - Theatre Elysium
Nuova data in definizione
28/3 Le mille e une notte di SHEHERAZADE
Balletto di Milano
Nuova data in definizione
1/4 rinvio al 16/6 Destinati all'estinzione
PINTUS
In caso di altro annullamento verrà definita nuova data
21/4 Morte di un commesso viaggiatore
ALESSANDRO HABER
Nuova data in definizione
I biglietti acquistati per i sopra indicati spettacoli della Stagione Teatrale 2019-20 sono validi per la nuova data fissata oppure in definizione.
In caso di richiesta di rimborso inviare mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. con allegati scansione del biglietto o copia dell'acquisto online del biglietto e documento di identità del richiedente ENTRO IL 16 MAGGIO 2020. Verrà inviata risposta di ricezione da Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. e verrà emesso un voucher, come stabilito dal decreto-legge n. 18 del 17 marzo 2020. Siamo in attesa di conoscere le procedure da attuare per l'emissione di un voucher pari al valore del costo del biglietto da utilizzare entro 1 anno dall'emissione per spettacoli della Stagione Teatrale 2020-21. Il voucher verrà emesso alla riapertura della biglietteria del Teatro. E' necessario conservare il titolo di accesso originale che verrà consegnato al momento del ritiro del voucher.
ALTRI SPETTACOLI:
9/5 La mia favola - GIORGIO PANARIELLO
rinviato al 3 novembre 2020

15/7 Concerto JOE SATRIANI
nuova data in definizione

20/5 Concerto MARCO MASINI
rinviato al 13 novembre 2020

21/5 Concerto 'The legend of Morricone'
rinviato al 26 novembre 2020

Per questi spettacoli i biglietti acquistati valgono automaticamente per la nuova data.


Per aggiornamenti su spettacoli seguiteci su: www. politeamagreco.it e sul profilo facebook  





 
Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea “Tessere di Pace – Omaggio Don Tonino Bello” Stampa E-mail
Scritto da Maurizio Antonazzo   

La Fondazione di Partecipazione “Parco Culturale Ecclesiale Terre del Capo di Leuca - De Finibus Terrae” della Diocesi di Ugento - S. Maria di Leuca comunica che Sabato 9 Dicembre 2017 alle ore 10:30 sarà inaugurata a Napoli, presso la Basilica dell’Incoronata Madre del Buonconsiglio, a via Capodimonte, la Mostra Internazionale d’Arte Contemporanea a cura dell’Associazione ARTEUROPA e Centro Artistico Internazionale del Mediterraneo: “TESSERE DI PACE – OMAGGIO DON TONINO BELLO”
L’evento artistico è patrocinato dalla Curia Arcivescovile di Napoli – Vicariato della Cultura, dal Parco Culturale Ecclesiale “Terre del Capo di Leuca De Finibus Terrae”,  dall’Ufficio nazionale per la Pastorale del tempo libero, turismo e sport della CEI Conferenza Episcopale Italiana, dal Centro Artistico Internazionale del Mediterraneo,dall’Unione dei Comuni Terre di Leuca e da AURA  Udine.
Uno straordinario evento artistico di rilievo internazionale con opere di pitture, scultura, fotografia, design di 70 artisti, ideato a curato da Giuseppe Alessio, Enzo Angiuoni e Luciana Mascia, che Napoli ospita, in anteprima, nella Basilica dell’Incoronata costruita secondo il modello di San Pietro, che si erge bianca nella zona Capodimonte, dominando con la sua cupola il panorama della città, la Mostra dedicata a Don Tonino Bello, “Vescovo di Molfetta – Presidente di Pax Christi”.
Alla cerimonia di presentazione del 9 Dicembre, alle ore 10:30, presso l’ipogeo della Basilica, interverranno: Don Adolfo RUSSO, Vicario Episcopale per la Cultura della Diocesi di Napoli, Monsignor Nicola LONGOBARDO, Parroco della Basilica dell’Incoronata, Luigi CARAMIELLO, Docente di Sociologia dell’Arte e della Letteratura, Clementina GILY, Docente di Estetica e conoscenza e didattica della visione, Giuseppe ALESSIO, Presidente del Centro Artistico Internazionale del Mediterraneo, Enzo ANGIUONI, Presidente di ARTEUROPA, Luciana MASCIA, Vicepresidente della sez. napoletana dell’Unione Cattolici Artisti Cristiani
La mostra, con ingresso gratuito, sarà visitabile fino al 18 Dicembre tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 17:00.
La Mostra seguirà, poi, per tutto il 2018, un percorso itinerante in Italia con tappa nei luoghi di Don Tonino: Alessano, Tricase, Molfetta, S.M. di Leuca, Milano, Novara, Bari ecc.



 
Cavallino-Casina Vernazza: Sabato 30 luglio, la commedia "I due signori della signora" Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

 

«I due signori della signora», un classico di Felix Gandera di scena sabato 30 luglio a Casina Vernazza a Cavallino con la compagnia teatrale Unitre per l’«Estate Cavallinese 2016»

È di scena il teatro per l’«Estate Cavallinese 2016», la rassegna di eventi siglata dall’Amministrazione Comunale di Cavallino. Sabato 30 luglio 2016 a Casina Vernazza a Cavallino c'è la commedia di Felix Gandera «I due signori della signora» portata in scena dalla Compagnia Teatrale Unitre. Inizio ore 21, ingresso libero. Infotel: 366/6385829.

Nell' Italia del secondo dopoguerra Marta dapprima sposata con Giorgio divorzia per il carattere troppo libertino di suo marito e si risposa con Adolfo paranoico della precisione e totalmente all'opposto di Giorgio. Tutti sono all'oscuro di queste nozze soprattutto lo zio di Marta, ricchissimo ex Generale che ha nominato Marta sua unica erede e che non accetterebbe di saperla divorziata. Ma un giorno lo zio piomba inaspettato in casa di Marta dove è presente anche il suo ex marito. Ne nasce una commedia degli equivoci dal ritmo frenetico pieno di colpi di scena nella quale tutti sono interessati a salvaguardare i propri interessi a discapito della verità, finché...

 

 
ORTELLE - Andy & Norman di Nei Simon chiude la rassegna TeatroEssenza Stampa E-mail
Scritto da Pasquale De Santis   

Andy&Norman di Neil Simon, portato in scena dalla compgania Eliufteia, chiude venerdì 19 febbraio alle ore 20.30, la seconda, fortunata, edizione della rassegna TeatroEssenza organizzata dal Comune di Ortelle e dal Comitato di Gestione della Biblioteca “M.Paiano” presso la Biblioteca “M.Paiano” di Vignacastrisi.
Un cartellone coraggioso che ha saputo offrire ai tantissimi spettatori sei spettacoli di grandissima qualità spaziando nei diversi generi teatrali.
Si chiude quindi con uno dei più grandi commediografi, Neil Simon, a cui danno voce Adriano Falivene e Francesca Stizzo sotto la regia di Nicola Guarino.
"ANDY E NORMAN" descrive un microcosmo della società degli anni sessanta e rimbalza nel 2016 sempre più attuale. Due uomini che cercano di tirare avanti pur di realizzare il loro sogno e dare finalmente un senso allo loro vita. Tra tanti sacrifici, illusioni e falsi amori, i due uomini, Andy e Norman, si vedono costretti a viverli sempre nella loro casa, perchè il tempo sfugge tra debiti e scadenze. Questa commedia di Neil Simon individua ciò che l'uomo attualmente vive, una sorta di labirinto senza uscita se non quella del compromesso. Andy per non pagare l'affitto esce con la proprietaria di casa, Normann d'altro canto, ruba i panni sul tetto della palazzina, fino ad arrivare all'incontro con Sophie. Ragazza americana, da poco loro vicina di casa, irrompe nella loro vita con un plum cake, scatenando le loro fantasie. Ma sarà amore, o semplicemente l'odore femminile che suscita in loro reazioni idilliache?
Battute serrate e pause ricche di risate. Di quel ridere che ti fa riflettere. Tra le battute sorge una sottile critica politica, vera, ma discutibile. Tempi comici perfetti, se non pienamente vitali.

Al termine come di consueto sarà offerta una degustazione di carne di qualità Or.Vi., il marchio che contraddistingue il maiale allevato nel territorio di Ortelle e Vignacastrisi, a cura di uno Chef del territorio. Accompagneranno  vini doc salentini.

 
Martina Franca: dal 5 agosto "Splendori d'argento di De Blasio per la basilica di S.Martino" Stampa E-mail
Scritto da redazione   

La Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio per le province di Lecce, Brindisi e Taranto - guidata dal Soprintendente Arch. Francesco Canestrini - propone la Mostra “Splendori d’argento di Andrea De Blasio per la Basilica di San Martino”, promossa dal Comune di Martina Franca e dalla Basilica di San Martino.
L’ideazione di questa iniziativa, a cura del funzionario storico dell’arte dott.ssa Angela Convenuto, rivolge l’attenzione alla conoscenza del patrimonio storico-artistico di Martina Franca, contestualmente alla fruizione degli aspetti della conservazione e alla valorizzazione delle risorse culturali del territorio jonico, di quell’area immersa nella straordinaria cornice paesaggistica della Valle d’Itria.
La Mostra presenta un nucleo omogeneo di opere dell’arte argentaria napoletana, eseguite dall’orafo Andrea De Blasio  nei primi anni del XVIII secolo, su commissione della collettività martinese; tra le suppellettili liturgiche, costituite da un raffinato calice, da una croce d’altare, una pace e un parato di carteglorie, emergono le sculture monumentali dei reliquari a statua di S. Martino e S. Comasia.
I modellati – come indirizza Angela Convenuto nei suoi studi – conducono alle componenti dell’arte marmorea e lignea coeva napoletana: “i motivi decorativi a broccato della pianeta e del mantello dei Santi, realizzati con lamine argentee, finemente sbalzate e cesellate, emulano gli ornati delle tarsie marmoree e dei tessuti di epoca seicentesca e coeva a Napoli.           
L’esposizione delle opere è guidata da una documentazione storico-artistitca e didattica del funzionario Angela Convenuto, che ne ha diretto i delicati e complessi interventi di restauro, riportando alla luce parti inedite del modellato di S. Martino.  
I restauri, eseguiti dal laboratorio dell’allora Soprintendenza P.S.A.D. della Puglia (Osvaldo Cantore, Vito Iacobellis, con la collaborazione di Nicola Settanni per la parte strutturale della scultura di S. Martino), proseguono ad opera di Stefano Lanuti dello Studio Angeletti di Roma.
La Mostra, visitabile dal 5 agosto al 30 settembre 2015 (ingresso libero, ore 10.00-12.00/ 18.00-22.00), è presentata nello scenario barocco dell’antica Collegiata di Martina Franca.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 11