Sport
Gallipoli: presentato a Palazzo Adorno in Provincia, il Trofeo Caroli Hotels 2016 Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

Ventotto formazioni che giocheranno su ben ventiquattro campi di calcio del Salento e una serie di eventi collaterali all’insegna dello sport, della solidarietà, della promozione del territorio e dell’interscambio culturale. Sono gli ingredienti del Trofeo Caroli Hotels XIII Torneo Carnevale di Gallipoli Coppa Santa Maria di Leuca, organizzato anche quest’anno in collaborazione con Provincia di Lecce e Unicef e con il coinvolgimento della Rete Provinciale dei Consigli Comunali dei Ragazzi. Il prestigioso torneo, legato in questa edizione ad una forte azione in sostegno della campagna di solidarietà “Bambini in fuga” promossa da Unicef Italia, è stato presentato questa mattina, nella sala consiliare di Palazzo dei Celestini a Lecce, dal componente dello Staff del presidente della Provincia Lecce Antonio Del Vino, dalla responsabile Unicef Lecce Giovanna Perrella, dal presidente settore giovanile e scolastico Figc Vito Tisci, dalla delegata provinciale Figc-Lnd Luana De Mitri, dall’asd Capo di Leuca Nico Zinnari, dal delegato provinciale Coni Lecce Antonio Pascali, dal presidente Panathlon Club Lecce Ludovico Malorgio. Erano presenti, inoltre, i sindaci dei Consigli Comunali dei ragazzi Nicolò Sicuro (Calimera), Giulia Puscio (Carmiano), Francesco Toma (Casarano), Maria Chiara Cipressa (Copertino), Marina Romano (Lecce), Lorenzo Festa (Lequile), Luca Tommasi (Martignano), Francesca Cezza (Melpignano), Alessandro Tarantino (Otranto), Andrea Pispico (Poggiardo), Francesco Bruno Santantonio (Racale), Giorgia Zuzzaro (Sogliano Cavour), Carmen Martena (Tricase). Le ventotto formazioni che partecipano al Trofeo (categoria Esordienti nati nel 2003 e nel 2004) si sfideranno nei 24 campi di gioco dei Comuni di Calimera, Carmiano, Casarano, Collepasso, Copertino, Galatina, Galatone, Gallipoli, Lecce (CUS), Lequile, Maglie, Martignano, Melissano, Melpignano, Nardò, Otranto, Poggiardo, Racale, San Donato, Santa Maria di Leuca, Sogliano Cavour, Taurisano, Taviano, Tricase).   La cerimonia di inaugurazione del Trofeo Caroli Hotels si svolgerà giovedì 4 febbraio alle ore 18, presso la Galleria dei Due Mari a Gallipoli. Le semifinali e la finalissima si disputeranno sul terreno della Cittadella dello Sport “Giovanni Paolo II” di Castrignano del Capo. Il prestigioso trofeo che sarà assegnato alla squadra vincitrice è opera dell’artista gallipolino Roberto Perrone. Nei giorni scorsi è stato effettuato il sorteggio dei 7 gironi da quattro squadre dai quali accederanno ai quarti le prime classificate di ciascun girone e la miglior seconda.
L’ultima edizione del torneo organizzato dall’ASD Capo di Leuca è stata vinta dall’Inter, che ha battuto in finale la Juventus. Caroli Hotels è il main sponsor del Torneo e lo sarà fino ai Mondiali di Calcio in Russia del 2018. Nell’ambito del Torneo, un ruolo significativo sarà svolto dalla Rete provinciale dei Consigli comunali dei Ragazzi, coordinata dal Comitato provinciale Unicef e dalla Provincia di Lecce. Tra le attività previste dai Consigli comunali dei Ragazzi, il convegno sui nuovi stili di vita (Sport e alimentazione) in programma venerdì 29 gennaio, con gli interventi del pediatra Giuseppe Mele, della psicologa Laura Bisconti e della nutrizionista Elisabetta Raganato. Sarà presente anche la squadra di pallavolo maschile di A2 di Alessano e, attraverso un breve video, ci sarà la testimonianza di due giocatori internazionali di pallavolo (Valeria Caracuta e Matej Cernic). Dal 4 al 9 febbraio, inoltre, l’organizzazione delle fasi di accoglienza delle squadre partecipanti sui vari campi da gioco sarà curata dai giovani dei Consigli Comunali dei Ragazzi, che disputeranno anche alcune partite amichevoli tra rappresentanze dei diversi Comuni. In particolare, sabato 6 febbraio a Poggiardo alle ore 9.30, si terrà la “Partita dell’Amicizia 2016” tra una rappresentanza dei Consigli Comunali dei Ragazzi e una rappresentanza delle squadre ospiti. Venerdì 5 febbraio è in programma il “Concerto dell’Amicizia” organizzato dagli Istituti Comprensivi di Alliste e Mellissano in onore delle squadre ospiti. Martedì 9 febbraio, in occasione della chiusura del Torneo, si svolgerà una cerimonia con i riconoscimenti ai Consigli comunali dei Ragazzi coinvolti e la consegna delle donazioni raccolte per sostenere la campagna “Bambini in fuga” promossa da Unicef. In questi anni, il Trofeo Caroli Hotels ha visto protagonisti numerosi calciatori affermati come Alberto Paloschi, Davide Santon, Alessandro Florenzi, Gianluigi Donnarumma, Manolo Gabbiadini, Mattia De Sciglio, Dailey Blind, Jacopo Sala, Luca Marrone, Federico Macheda, Carlo Pinsoglio, Fausto Rossi, Libor Kozak, Christian Pasquato. Folta anche la rappresentanza di figli d’arte che hanno iniziato ad affacciarsi nel mondo del calcio con il torneo salentino, da Christian Maldini, a Giammarco Nesta, da Giorgio Donadoni a Filippo Boniperti.
Tutte le informazioni e le notizie sulla manifestazione sono sul sito dedicato www.trofeocarolihotels.it.

 
Lecce - Doppietta di Curiale dopo il vantaggio del Benevento. Finale da brivido 2 a 1 Stampa E-mail
Scritto da Gabriele De Giorgi, tratto da Lecceprima.it   

LECCE - Vittoria per 2 a 1 e finale da brivido. Al goal di Ciceretti al 32' del primo tempo risponde Curiale in apertura di ripresa, che si ripete al 66 con un bel tiro al volo. A pochi minuti dal 90' Ciceretti va in rete su calcio di punizione, ma l'arbitro, su segnalazione anche della panchina del Lecce ordina la ripetizione perché il calcio era di seconda. Vibranti le proteste dei campani, cinque i minuti di recupero. Per i salentini tre punti pesanti e un Natale di maggiore serenità, in attesa dei correttivi in sede di mercato

Il tabellino di Lecce - Benevento 2 a 1

LECCE (3-4-2-1): Perucchini; Freddi, Cosenza, Abruzzese; Lepore, Papini (cap.), Salvi, Legittimo; Surraco (73' De Feudis), Vecsei (46' Curiale); Moscardelli (81' Doumbia). A disposizione: Bleve, Lo Bue, Liviero, Pessina, Carrozza, Camisa, Suciu, Diop, Gigli. Allenatore: Braglia

BENEVENTO (3-5-2): Gori; Mazzarani (90' Troiani), Lucioni, Pezzi; Melare, Cruciani (70' Marano), Del Pinto, Mattera; Mazzeo (82' Di Molfetta), Marotta, Ciceretti. A disposizione: Piscitelli, Bonifazi, Padella, Mucciante. Allenatore: Auteri

Arbitro: Mancini di Fermo; Pellegrini, Argentieri.

Marcatori: 32' Ciceretti, 47' Curiale, 66' Curiale

Ammoniti: 28’ Cruciani, 47' Ciceretti, 66' Curiale, 70' Surraco

Spettatori: 9650 di cui 2848 paganti e 6802 abbonati

 
Conte fa il bilancio del 2015: « Il momento più bello la qualificazione. Stampa E-mail
Scritto da tratto da nuovoquotidianodipuglia.it   

«Il bello e il brutto del 2015? Il momento più bello è stato quando abbiamo raggiunto la qualificazione agli Europei con un'ottima prova da parte nostra. Il momento peggiore è quando arrivano le vigilie importanti, di Champions o di campionato e ti ritrovi seduto a guardare. È faticoso perchè vorresti esserci». Antonio Conte, intervistato da RaiSport per 'Novantesimo Minutò, fa il suo bilancio dell'anno che sta per finire e rivela come gli manchi la 'quotidianita« del calcio. Intanto qualcuno, ieri a Parigi, ha notato che il ct azzurro ha risposto in inglese alle domande dei giornalisti stranieri: forse Conte pensa a un futuro estero? »Fa parte di quel percorso culturale, oltre che sportivo - risponde -, che ho fatto in questo anno e mezzo. Sono migliorato sotto tutti i punti di vista, e poi bisogna mettere in preventivo che un allenatore possa un domani anche andare all'estero ed essere comunque pronto«. Ma che effetto fanno a Conte i complimenti? »Mi fanno molto piacere - è la risposta -. Io studio, mi aggiorno, do tutto. Spesso si pensa a me solo da un punto di vista motivazionale, ma la motivazione penso che sia solo un dieci per cento. Bisogna studiare, aggiornarsi, dare tutto. Spesso vengo additato come un domatore di leoni però dietro c'e «tanto studio, cerco di aggiornarmi perchè il calcio cambia e noi dobbiamo farci trovare pronti».

 
Conte fa il bilancio del 2015: « Il momento più bello la qualificazione. Stampa E-mail
Scritto da tratto da nuovoquotidianodipuglia.it   

«Il bello e il brutto del 2015? Il momento più bello è stato quando abbiamo raggiunto la qualificazione agli Europei con un'ottima prova da parte nostra. Il momento peggiore è quando arrivano le vigilie importanti, di Champions o di campionato e ti ritrovi seduto a guardare. È faticoso perchè vorresti esserci». Antonio Conte, intervistato da RaiSport per 'Novantesimo Minutò, fa il suo bilancio dell'anno che sta per finire e rivela come gli manchi la 'quotidianita« del calcio. Intanto qualcuno, ieri a Parigi, ha notato che il ct azzurro ha risposto in inglese alle domande dei giornalisti stranieri: forse Conte pensa a un futuro estero? »Fa parte di quel percorso culturale, oltre che sportivo - risponde -, che ho fatto in questo anno e mezzo. Sono migliorato sotto tutti i punti di vista, e poi bisogna mettere in preventivo che un allenatore possa un domani anche andare all'estero ed essere comunque pronto«. Ma che effetto fanno a Conte i complimenti? »Mi fanno molto piacere - è la risposta -. Io studio, mi aggiorno, do tutto. Spesso si pensa a me solo da un punto di vista motivazionale, ma la motivazione penso che sia solo un dieci per cento. Bisogna studiare, aggiornarsi, dare tutto. Spesso vengo additato come un domatore di leoni però dietro c'e «tanto studio, cerco di aggiornarmi perchè il calcio cambia e noi dobbiamo farci trovare pronti».

 
Gran goal di Lepore e il Lecce vince a Melfi: i salentini si rilanciano in classifica Stampa E-mail
Scritto da tratto da www.lecceprima.it   

MELFI (Dal nostro inviato) – Il Lecce espugna Melfi con un gran goal di Lepore nel secondo tempo ottenendo la seconda vittoria consecutiva dopo quella dello scorso turno contro l’Ischia: i giallorossi hanno avuto la meglio su una squadra che nei primi venti minuti ha giocato un buon calcio, ma i salentini hanno saputo limitare i danni per poi imporsi nella ripresa con un calcio essenziale che sembra rispecchiare la concretezza auspicata da mister Braglia.

Primo tempo

Il Melfi parte meglio: al 6’ cross di Tortolano e colpo di testa di Maimone sopra la traversa. Al 19’ Cosenza ritarda l’impostazione della manovra e Perucchini corre un altro rischio ma il tiro da fuori area è impreciso. Un minuto dopo l’estremo del Lecce neutralizza in due tempi un tiro dal limite di Giacommaro.

Finalmente i salentini si fanno vedere in avanti con Vecsei, in campo per Carrozza che si è fatto male nel riscaldamento: al 27’ Papini recupera palla in pressing, apre per Doumbia e il cross del francese viene conteso dal magiaro e da un difensore che lo anticipa in extremis; al 29’ è Curiale che conclude alto con il sinistro mentre al 38’ arriva l’occasione migliore con i giallorossi con Vecsei che riesce a correggere un cross basso di Doumbia ma la sfera termina di poco al lato alla destra di Santurro: nella circostanza il giocatore del Lecce subisce un fallo da tergo piuttosto evidente ma non sanzionato dall'arbitro.

Secondo tempo

2015-10-24 16.05.49-2Al 50’ Tortolano, tra i più vivaci dei suoi, si fa male e viene rimpiazzato da Canotto. Al 54’ il capitano melfitano Di Nunzio rimedia un cartellino giallo per fallo su Papini, ma la punizione di Lepore si spegne sulla barriera. Un altro giallo al 57 ‘per Giacomarro che abbatte Vecsei sulla corsia sinistra

Al 64’ goal di Lepore con un gran destro: il calciatore leccese, liberato al tiro da Doumbia, non lascia scampo a Santurro. Al 72’ Curiale fallisce il raddoppio: Papini lo mette a tu per tu con Santurro ma il portiere del Melfi è reattivo a deviare in corner. Mister Palumbo manda in campo Demontis per un difensore centrale, Cason, e il neo entrato va  a prendere il posto di Herrera che invece si sposta sulla linea offensiva a completare il tridente con Lescano e Canotto.

Al 78’ ancora un’occasione per il Lecce con Vecsei che, dal limite dell’area, serve il pallone all’accorrente Doumbia che però calcia fuori misura da ottima posizione. Al minuto 81’ Lepore, già ammonito, rischia l’espulsione con un fallo tattico. A sei minuti dalla fine Braglia richiama in panchina Lepore e al suo posto entra Lo Bue.

Passano due minuti ed entra anche Salvi per Doumbia e subito dopo Diop per Vecsei. All’ultimo minuto di recupero Canotto mette al centro un bel cross ma Longo, di testa, gira alto. La partita finisce qui con la seconda vittoria consecutiva per il Lecce che nel secondo tempo ha legittimato la conquista dell’intera posta in palio.

Il tabellino di Melfi – Lecce 0 a 1

MELFI (4-2-3-1): Santurro, Annoni, Cason (75’ Demontis), Di Nunzio, Amelio; Giacomarro, Maimone; Tortolano (50’ Canotto), Herrera, Longo; Lescano. A dispozione: Gagliardini, Finazzi, Scognamillo, Prezioso, Veratti, Masini, Madia, Masia, Zanotti, Innocenti. Allenatore: Palumbo

LECCE: (4-3-2-1) Perucchini; Freddi, Cosenza, Gigli, Legittimo; Lepore (84’ Lo Bue), Papini, De Feudis; Vecsei (89’ Diop), Doumbia (86’ Slavi); Curiale. A disposizione: Bleve, Liviero, Pessina, Cicerello, Abruzzese, Camisa, Carrozza, Suciu, Beduschi. Allenatore: Braglia

Marcatori: 64’ Lepore

Ammoniti: 18' Lepore, 34' Gigli, 39' Annoni, 45+1 Papini, 73’ Vecsei

Arbitro: Luciano di Lamezia Terme; Assistenti: Sangiorgio, Pancaldo Trifirò

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 34