Eventi
SAN FOCA: Sabato 30 luglio ore 21,30 p.zza dei pescatori si presenta il libro: Salento, proverbi Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

 

Salento:Proverbi, Ricette e Culacchi

Salento: Proverbi, Ricette e Culacchi di Salvatore Sindaco e Antonio Catamo realizzato con il contributo dell’Alberghiero di Santa Cesarea e da molte aziende di ristorazione salentine, edito da “Il Salentino”, sarà presentato sabato 30 luglio 2016 alle ore 21,30 nella Piazzetta dei Pescatori a San Foca, Marina di Melendugno.

Il dibattito coordinato dal giornalista Nunzio Pacella del settimanale Salento in Tasca sarà introdotto da Anna Elisa Prete Assessore alla Cultura e al Turismo del Comune di Melendugno. Interverranno nel dibattito Paolo Aprile, dirigente scolastico

dell’Alberghiero di Santa Cesarea e lo stesso autore Salvatore Sindaco.

Sindaco, nato a Melendugno dove vive con la moglie Anna Rita e il figlio Matteo, diplomato al “Costa” di Lecce, ha compito diverse ricerche inerenti la storia locale, le tradizioni popolari, i beni culturali e il dialetto del Salento. Fondatore e direttore della rivista locale L’alveare ha pubblicato diversi saggi storici. L’altro autore, Antonio Catamo del Gruppo Catamo di San Cassiano nel cuore del Salento che dirige egregiamente coadiuvato dalla moglie Pina De Iaco, ha alle spalle una lunga storia fatta di passione, impegno, intraprendenza e fantasia nel campo della pasticceria e della ristorazione.

“Il libro vuole associare - afferma Sindaco - ai sapori i saperi della tradizione, mettendo in relazione una carrellata di piatti raffinati, proposti dagli chef più prestigiosi del Salento, un saggio di proverbi e una raccolta di narrazioni storico leggendarie della terra salentina”.

“L’Alberghiero di Santa Cesarea nato nel 1967 - afferma Aprile - offre eccellenti percorsi professionali a quanti si vogliono impegnare con successo e immediato riscontro nel campo dell’ospitalità e della ristorazione”.

 

 
2 giugno, Mattarella: “Festa di tutti gli italiani Stampa E-mail
Scritto da tratto da ilfattoquotidiano.it   

Il Capo dello Stato dice che "l'Italia è molto migliore di come noi stessi, a volte, la dipingiamo", anche se ricorda le piaghe della corruzione, degli atti efferati, delle periferie che diventano "ghetti di disperazione". Il presidente emerito Ciampi: "Un giorno a sigillo di una comunità nazionale"


Prendono il via a Roma le celebrazioni del 2 giugno, Festa della Repubblica. Dopo l’omaggio delle alte cariche dello Stato alla tomba del Milite Ignoto al Vittoriano, è partita la parata militare lungo i Fori Imperiali. Intanto il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un’intervista al Corriere, afferma che l’Italia “è molto migliore di come noi stessi, a volte, la dipingiamo”, anche se “questo non significa che vada tutto bene”: il Capo dello Stato ricorda le piaghe della corruzione, degli atti efferati, delle periferie che diventano “ghetti di disperazione“.
Mattarella è giunto all’Altare della Patria accompagnato dal ministro della Difesa Roberta Pinotti e dal capo di Stato maggiore della Difesa Claudio Graziano. Sulle scale del Vittoriano, a ricevere il capo dello Stato, ci sono tra gli altri, il presidente del Senato, Piero Grasso, quello della Camera, Laura Boldrini, il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, il presidente della Corte Costituzionale, Paolo Grossi. Alle 10 ha avuto inizio l’appuntamento con la parata, alla quale partecipano circa 3.600 persone, tra militari e civili: è aperta quest’anno da 400 sindaci, in rappresentanza degli 8mila Comuni italiani.
Pubblicità
Il Presidente della Repubblica, in un’intervista sul Corriere della Sera, ha detto che il 2 giugno “è la festa della libertà di scelta: e per questo è la festa che riunisce tutti gli italiani”. Il Capo dello Stato sottolinea che “l’Italia, nel suo complesso, è molto migliore di come noi stessi, a volte, la dipingiamo: vi sono grandi risorse umane”, anche se “questo, naturalmente, non significa che tutto vada bene. Vi sono segnali di scollamento e di stanchezza“. Il Presidente della Repubblica ricorda le “periferie urbane che rischiano di trasformarsi in ghetti di disperazione“, gli atti efferati come l’omicidio della giovane Sara Di Pietrantonio a Roma, e soprattutto la questione morale: “La corruzione in Italia esiste. E’ un fenomeno grave”, anche se “abbiamo anticorpi per combatterla”.
Anche il premier Matteo Renzi rende omaggio alla ricorrenza, scrivendo su Twitter: “Buona Festa della Repubblica a tutti. Viva l’Italia“. Dalle colonne di Repubblica, invece, è intervenuto il presidente emerito Carlo Azeglio Ciampi: “Ci penso spesso al successo che ebbe il 2 giugno, la riscoperta di una data unificante, un giorno a sigillo di una comunità nazionale“.
Infine, sul tema è intervenuto anche Salvatore Girone, il marò rientrato in Italia da pochi giorni. “Vorrei inviare a tutti gli italiani i miei auguri per una buona festa della Repubblica 2016 e ancora una volta un ringraziamento a tutti coloro che durante gli anni che ho trascorso in India, non hanno mai smesso di sostenerci”. Dopo le polemiche sulla sua possibile partecipazione alla parata militare, il fuciliere di marina ha motivato così la sua assenza: “Quest’anno, anche se sono in Italia, non sfilerò e non parteciperò” alla parata militare a Roma per la festa della Repubblica, “ma preferisco trascorrere il 2 giugno 2016 in serenità a casa”.

 
CERIMONIA DI INTITOLAZIONE DEL LARGO GUARDIA COSTIERA E APERTURA DEL SISTEMA MUSEALE DI UGENTO Stampa E-mail
Scritto da Chiara Schiavano   

 

Il 2 giugno 2016, l’Amministrazione comunale di Ugento organizza la manifestazione di intitolazione del largo Guardia Costiera e offre ai cittadini e ai turisti la possibilità di visitare gratuitamente i Beni del Sistema Museale

 

 

Giovedì 2 giugno, in occasione della Festa della Repubblica, alle ore 18.00 sul lungomare Japigia, si terrà la cerimonia di intitolazione dell’area antistante il presidio di Torre San Giovanni alla “Guardia Costiera”. L’intitolazione, come da Deliberazione di Giunta Comunale n. 107 del 13 maggio 2015, è stata formalmente autorizzata dalla Prefettura di Lecce - Area II-Raccordo Enti Locali e Consultazioni Elettorali, con il parere favorevole espresso dalla Società di Storia Patria della Puglia. Alla cerimonia presenzieranno il Vescovo della Diocesi di Ugento-Santa Maria di Leuca, mons. Vito Angiuli, il Comandante della Capitaneria di Porto di Gallipoli, C.F. (CP) Attilio Maria Daconto, e il Sindaco di Ugento, avv. Massimo Lecci. L’incontro sarà moderato dal Consigliere Comunale delegato alla frazione di Torre San Giovanni, Alessio Meli. Durante la manifestazione si consegnerà, in comodato d’uso gratuito, un gommone alla Capitaneria di Porto di Gallipoli con vincolo di destinazione per l’Ufficio Locale Marittimo. Per tutta la giornata di festa, dalle ore 8.00 alle ore 20.00, sarà possibile inoltre visitare gratuitamente i beni culturali e monumentali del Sistema Museale di Ugento. Il percorso di fruizione si snoda nella città moderna che occupa il sito dell’antica Ozan e comprende il Nuovo Museo Archeologico, con sede nell’ex convento di Santa Maria della Pietà dei Frati Minori Osservanti in largo Sant’Antonio; la Collezione archeologica Adolfo Colosso conservata nell’omonimo palazzo in via Messapica; il complesso monumentale della Cripta del Crocifisso e la Chiesa della Madonna di Costantinopoli, accanto alla cinta muraria messapica sulla strada provinciale per Casarano.

In via del tutto eccezionale, verrà aperto in anteprima ai cittadini e ai turisti anche il piano primo del Castello di Ugento, riportato all’antico splendore dal recente restauro. I lavori per il recupero del maniero, in fase di ultimazione, sono stati avviati nel 2014 grazie a un finanziamento del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, per un importo complessivo pari a 5.967.589,25 euro. Nell’ambito di suddette attività, sono stati puntualmente restaurati gli ambienti di rappresentanza al piano primo destinato a diventare area museale. Il progetto di rifunzionalizzazione è stato, altresì, favorito da un’intesa con la proprietà dell’immobile che, a fronte di un importante investimento, ha ottenuto un ulteriore finanziamento, nell’ambito del PIA Turismo della Regione Puglia, per la realizzazione di una scuola internazionale di alta cucina mediterranea e di un boutique-hotel, nel più assoluto rispetto della valenza storica del Bene e con un grande impegno per la valorizzazione del territorio. Attraverso una convenzione sottoscritta tra i proprietari e l’Ente, presto il Castello verrà definitivamente aperto al pubblico entrando, concretamente, nel percorso di fruizione integrata dei Beni Culturali cittadini

 

 
Lecce - Alex Britti "In Nome dell'Amore Tour" il 15 aprile alle ore 21,00 - Teatro Politeama greco Stampa E-mail
Scritto da Tratto sa Salento in tasca.it   

 

ALEX BRITTI presenterà LIVE in TRIO composto da BASSO, CHITARRA e BATTERIA, con SONORITA’ elettroniche che permettono così di mettere in risalto il virtuosismo degli esecutori e lasciare una sensazione più acuta dell’improvvisazione e della sensazione di festa. L'appuntamento è per il 15 Aprile alle ore 21,00 al Teatro Politeama Greco di Lecce.
Oltre ai grandi successi come “SOLO UNA VOLTA“, “OGGI SONO IO” , “MI PIACI”, “LA VASCA”, “7.000 CAFFE’ “, “UNA SU UN MILIONE” , “BACIAMI”, “LO ZINGARO FELICE”, “PIOVE”, “UN ATTIMO IMPORTANTE“ e molti altri e, i brani del nuovo disco “IN NOME DELL’AMORE “ VOLUME 1 (It.Pop/ Artist First).

“IN NOME DELL’AMORE – VOLUME 1” è un album in cui ALEX BRITTI abbandona la chitarra acustica per scegliere quella elettronica e dare un suono più internazionale ai suoi brani.

“E’ sempre difficile raccontare a parole un disco e finalmente adesso lo porterò in tour. Siamo sempre nel pop, perché il pop è democratico e accoglie tutti senza distinzioni, sicuramente è un album molto elettronico, molto elettrico con la chitarra che più che accompagnarmi mi risponde in una sorta di duetto. Canto in italiano, ma non suono in italiano, anche se non so che lingua sia. Ed è un disco che parla d’amore, ma l’amore quello alto, vero. L’amore è il tema conduttore di quasi tutto, quello che si ha per una donna, per la musica, per la chitarra, perché ancora mi piace pensare che sia la benzina di quasi tutto quello che facciamo”.

 

 

 
SUPERSANO. LE STANZIE VENERDI 19 FEBBRAIO ORE 18,30 CONVEGNO SUI LEGUMI, A SEGUIRE DEGUSTAZIONE Stampa E-mail
Scritto da Pantaleo Candido   

L'‪ ONU ha decretato il 2016 "Anno Internazionale dei legumi", nell’anno a loro dedicato, in Masseria Le Stanzie, si parlerà delle tante caratteristiche e ricchezze di quelli che, non a caso, la ‪ FAO definisce semi nutrienti per un futuro sostenibile. A seguire vi sarà una degustazione di piatti con legumi di Masseria le Stanzie, pane con farina di legumi del ‪Panificio Tagliaferro ‬, dolci del Mastro pasticciere Giovanni Venneri di Cafè Dei Napoli e gelato al cece nero di Caffè Margottini accompagnati dai vini più rappresentativi dell’azienda vitivinicola Castel di Salve. L'iniziativa patrocinata dal Comune di Zollino, si terrà Venerdì 19 febbraio alle ore 18,30

 

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 3 di 31