Eventi
Notte della Taranta: l'orchestra popolare e Ligabue infiammano il pubblico Stampa E-mail
Scritto da tratto da Lecceprima,it   

MELPIGNANO - La 18esima edizione della Notte della Taranta fonda la sua riuscita complessiva sull'Orchestra popolare e sull'applicazione di Luciano Ligabue, ma non convince nelle esecuzioni degli ospiti internazionali.
Davanti a un pubblico numeroso forse come non mai, si è compiuta la liturgia della sperimentazione della musica popolare salentina, che quest'anno è stata inquadrata in uno spartito ritmico proprio del rock - incarnato dal Paul Simonon oltre che dal maestro concertatore, Phil Manzanera - con qualche incursione nelle sonorità latinoamericane, con la colombiana Andrea Echeverri e lo spagnolo Raul Rodriguez, e nell'afrobeat di Tony Allen.
Molto solida la prima sezione con le voci femminili e maschili che, a partire dalla direzione di Ludovico Einaudi, sono diventate protagoniste di primo piano e non comprimarie sulla scena. Bene anche la terza, nella quale si è imposta la presenza di Ligabue, sul palco con quattro brani: la rockstar emiliana ha fornito una sorprendente interpretazione di Ndo Ndo Ndo, della tradizione grika, e poi ha duettato in maniera quasi tenera con Alessia Tondo in Beddha ci dormi. Gli altri due pezzi, Il muro del suono e Certe Notti sono apparsi invece più un tributo programmato tanto ai fan quanto alle esigenze televisive.
Avulsa dal contesto è risultata la seconda delle tre parti in cui Manzanera ha suddiviso il concerto: non certo per il valore degli ospiti, ma perchè i modelli musicali ben definiti di cui ciascun artista era portatore non sono stati sufficientemene amalgamati con il repertorio della pizzica. Costante e tangibile la presenza del corpo di ballo, coordinato dal coreografo Roberto Castello: dieci figure in perpetuo movimento, ora lento e sinuoso, ora sincopato e probabilmente con qualche forzatura ammiccante al contemporaneo.
Alla fine dei conti  si è trattato di un'edizione - introdotta magistralmente dal Canzoniere Grecanico Salentino e dedicata a Sergio Torsello - che non passerà alla storia della manifestazione, ma che conferma opinioni già espresse in edizioni recenti: il nucleo artistico salentino è in grado di camminare da solo e quasi di prendere per mano il maestro concertatore di turno, e per questo la vera scommessa - sebbene contraria a qualsiasi logica di marketing - sarebbe quella di incentrare la maratona musicale sul protagonismo dell'orchestra più che sulla fama degli ospiti che funzionano solo quando studiano a dovere la materia. Che non è facile da dominare. Ligabue lo ha capito e con il suo inconfondibile carisma, ma con una certa delicatezza, lo ha dimostrato.

 
Gallipoli: Il Grido Festival 2015 dal 26 luglio al 22 agosto Stampa E-mail
Scritto da Marianna Iandolo   

Ospiti e numeri della nona edizione della rassegna internazionale di musica elettronica in Puglia prodotta da Musica e Parole (Gallipoli, 26 luglio - 22 agosto)

15 date, 51 artisti, centinaia di professionisti impegnati sul territorio, migliaia di spettatori ogni sera: sono solo alcuni dei numeri de Il Grido Festival, rassegna internazionale di musica elettronica, alla sua nona edizione in Puglia e in programma fino al 28 agosto p.v.
Tra le performance più attese dal pubblico, di rinomati musicisti del genere musicale, quelle del 9 agosto di PAUL KALKBRENNER, noto ai più per la sua partecipazione al cult movie Berlin Calling, per cui ha prodotto anche l'intera colonna sonora, e del 14 agosto del Maestro GIORGIO MORODER, uno dei musicisti più influenti nell'ambito della musica elettronica, con all’attivo tre premi Oscar, vinti per le colonne sonore di Fuga di Mezzanotte, Flashdance e Top Gun.
Tutti gli appuntamenti live si stanno svolgendo già dal 26 luglio scorso al Parco Gondar e al Club Cave di Gallipoli, in provincia di Lecce, registrando una notevole partecipazione anche sui canali social dedicati.
Il Festival, prodotto da Musica e Parole, è inserito nel progetto Puglia Sounds e ha identità di prospettive con StreamFest e PopFest, due realtà imprescindibili nella scena musicale del Sud Italia.

 
Gallipoli: Sabato 8 agosto l'incontenibile energia di SENHIT dal vivo al Zeus Beach Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

Sabato 8 agosto, dalle 17:30, Zeus Beach ospita la meravigliosa artista SENHIT per un live tutto da ballare!!

Nata e cresciuta a Bologna da genitori eritrei, SENHIT è un'artista dalla carica non comune, che unisce amore per le radici africane, stile italiano e vocazione musicale internazionale.

Recentemente SENHIT ha lavorato con autori del calibro di busbee (che ha composto Try per P!nk), Steve Daly & Jon Keep (Paul McCarntey, Christina Aguilera, Lana Del Rey, Olly Murs) e Jamie Hartman (Natalie Imbruglia, Marlon Roudette) per la registrazione di DonÕt Call Me (Top 100 Earone) e Rock Me Up, due singoli che hanno totalizzato oltre 300.000 visualizzazioni in rete.

Ora, per presentare il suo nuovo repertorio, SENHIT parte per un lungo tour estivo in collaborazione con 2night e TeamWorld. Oltre 40 date che la porteranno a toccare molte località italiane:in un DOPPIO TOUR!!!

La musica trascinante di SENHIT, un POP DANCE esplosivo, vi farà ballare sulla spiaggia fino al tramonto!

 

 
Goletta Verde a Otranto il 12 e 13 luglio Stampa E-mail
Scritto da readazione   

Goletta Verde a Otranto
12 e 13 luglio

Goletta Verde è in Puglia e domenica 12 e lunedì 13 luglio farà tappa a Otranto.
La ormai storica campagna itinerante di Legambiente, che ogni estate realizza un attento monitoraggio sullo stato di salute del mare e dei litorali italiani, è giunta al trentesimo anno di attività.
Un viaggio di 33 tappe lungo le coste italiane, per dar seguito alle tante battaglie in difesa dell’ecosistema marino e del territorio che Legambiente porta avanti dal 1986, denunciando, informando, coinvolgendo i cittadini con l’auspicio di promuovere esempi positivi all’insegna della sostenibilità ambientale.
La
Goletta Verde porterà avanti la sua battaglia contro la mancata depurazione, l’abusivismo, la speculazione edilizia, la privatizzazione del demanio, l’illegalità e l’offesa delle trivellazioni petrolifere offshore. Ma premierà anche chi ha saputo invece tutelare il nostro patrimonio promuovendo un sano sviluppo sostenibile e rendendo il proprio territorio un esempio di eccellenza contro qualunque forma di sfruttamento.


Il 13 luglio, alle ore 11.00, presso la Sala Triangolare del Castello Aragonese di Otranto, si terrà la conferenza stampa su “Otranto Tra Vele e Parchi”.

Interverranno:
Sindaco Luciano Cariddi
Francesco Bruni – Senatore della Repubblica
Maurizio Manna – Direttore di Legambiente
Michele Tenore – Assessore alle Politiche ambientali di Otranto

 
TERRA DEL SOLE AWARD 2015 Stampa E-mail
Scritto da Marco Candido   

Dopo il successo della prima edizione del Premio Barocco Film Festival che ha visto protagonista e vincitore lo spagnolo Ivan Flores con il commovente cortometraggio intitolato “Teatro”, l’organizzazione del Premio Barocco preme sull’acceleratore.
E’ la volta dei Terra del Sole Award, lo storico appuntamento che valorizza i Salentini e i Pugliesi che hanno portato in Italia e all’Estero la loro professionalità, il coraggio, l’umanità, la creatività, la capacità di fare innovazione responsabile; un omaggio all’estro ma anche alla capacità di “produrre valore”, al talento e alla capacità di fare impresa.
Il format del Premio Barocco entra nel vivo e taglia il nastro dei riconoscimenti.
Il mare e la storica rotonda del Lido San Giovanni – Francesco Ravenna fanno da cornice ad una serata che preannuncia grandi personaggi, cultura e spettacolo insieme, ospite d’onore della serata Gianluigi Nuzzi giornalista, conduttore della trasmissione Quarto grado in onda su Rete 4. 
I Premiati Terra del Sole Award di quest’anno:
-    Il Prefetto di Lecce Giuliana Perrotta;
-    Il Sen. Giorgio De Giuseppe;
-    L’Avv. Tributarista Maurizio Villani;
-    Il Giornalista Rai Michele Peragine;
-    L’Avv. Civilista Vitantonio Vinci;
-    Il Prof. Giuseppe Zocchi, Direttore Chirurgia Generale P.O. di Gallipoli;
-    L’Imprenditore Giuseppe Preite dell’Azienda Vinoli;
-    L’Imprenditore Michele Palamà delle Cantine Palamà;
-    Pier Paolo De Giorgi e I Tamburellisti di Torre Paduli;
-    Umberto De Matteis Imprenditore.
Ad allietare gli ospiti le musiche del maestro dell’Orchestra Terra del Sole Enrico Tricarico e di Roberto Cannoletta, vincitore dell’edizione 2014 di Premio Barocco Giovani Edizione (di lui ricordiamo il duetto con Mario Venuti durante la serata conclusiva della 45° edizione del Premio Barocco) e le sonorità “comiche” dei P40 (Pasquale G. Quaranta) e Donna Lucia (Lucia Minutello; top ten del Premio Barocco Giovani edizione 2015). Presenta Monia Palmieri.
Start ore 20.30 del 30 maggio 2015, ricordiamo nella già collaudatissima e affascinante cornice della Rotonda di Lido San Giovanni – Francesco Ravenna, a Gallipoli, sarà il Maestro pasticcere Angelo Bisconti inventore del pasticciotto OBAMA a deliziare gli ospiti con le sue specialità.
Prosegue la rassegna degli appuntamenti firmati Premio Barocco – 46° edizione la presentazione del libro di Gianni Minà dal titolo “Il mio Alì” dedicato al leggendario Cassius Clay-Muhammad Ali e la rivista “Latinoamerica”; l’appuntamento è per il 5 giugno alle ore 19,30 presso il Teatro Garibaldi di Gallipoli.

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 5 di 31