Eventi
IL GRANDE SALENTO PER IMMAGINI - GALATONE, NEI PRIMI GIORNI DI MARZO IN LIBRERIA Stampa E-mail
Scritto da Pantaleo Candido   

Uscirà i primi giorni di Marzo il nuovo libro fotografico realizzato dalla casa editrice “Il Salentino Editore” in collaborazione con il Comune di Galatone e dedicato alla promozione del territorio salentino: “Il Grande Salento per Immagini – GALATONE” – Il volume, i cui testi sono stati curati dal noto scrittore e cultore di storia salentina Prof. Francesco Danieli, impreziositi dalle bellissime foto realizzate da Michele Mariano, narra Galatone in tutte le sue sfaccettature. Il lettore leggendo il libro, scoprirà la città di Galatone come non è stata mai vista prima d’ora. Oltre al Comune di Galatone hanno contribuito alla realizzazione del libro circa cinquanta attività economiche che in quel territorio hanno la sede operativa.

Dalla prefazione dell’autore:

È affascinante la mia Galatone, sensuale eppure riservata, come una donna d’altri tempi. Cinta in vita da qualche brandello di mura, ha la porta spalancata per chiunque voglia far l’amore con lei. In tanti l’hanno amata, in molti l’hanno sedotta, molti di più l’hanno tradita, le hanno usato violenza, hanno calpestato la sua dignità. Nei modi più diversi, ieri come oggi.

Ingenua nonostante tutto, orgogliosa e indifesa, lei rimane lì dov’è da secoli. Distesa nella Valle dell’Asso, prosperosa nelle tenui alture, è sinuosa nei dedali del borgo antico, intrigante nell’inesplorato sottosuolo, superba nei palazzi e solenne nelle chiese, austera nelle case di quegli umili che l’hanno resa grande.

Questa Galatone, magnifica nei suoi contraddittori chiaroscuri, vorrei che emergesse da queste pagine. Pagine in cui parlano le immagini, attraverso gli scatti artistici di Michele Mariano. Fogli di carta patinata in cui i caratteri impressi sono scritti col cuore, ma non per questo non dicono la verità. Quell’essenziale, invisibile all’occhio distratto del viandante di oggi, ho voluto presentare qui di seguito. Senza troppe censure, senza molti condizionamenti, nel bene e nel male.

Da questo ideale “ritorno a casa” io per primo ho tratto molti inaspettati benefici, gli stessi che auguro di guadagnare a chi vorrà compiere questo viaggio emozionale in uno dei più bei centri di Terra d’Otranto, per lungo tempo e ingiustamente relegato al di fuori dei circuiti turistici salentini più gettonati.

Per scrivere quanto qui ho riportato non ho potuto né voluto fare a meno delle annose fatiche dei tanti ricercatori che prima di me hanno speso energie culturali e intellettuali per la rivalutazione di Galatone: gli studi avanguardisti di Pasquale Maria Miccoli e quelli di mio padre, Gaetano Danieli, cui devo quasi tutto; il prezioso zibaldone di don Sebastiano Fattizzo; le ricerche puntuali di Vittorio Zacchino; gli interessanti approfondimenti di Francesco Potenza, Giuseppe Resta e Riccardo Viganò. A loro, all’Editore che ha voluto affidare proprio a me questo delicato incarico, a tutti coloro che in vario modo hanno contribuito alla realizzazione della presente opera il mio più sincero grazie! Ai lettori l’augurio di buon viaggio, virtuale e reale, nella Città del Galateo. A tutti un abbraccio accogliente, con la preghiera di perdonare eventuali sviste e tollerare possibili errori.

 
IL GRANDE SALENTO PER IMMAGINI - GALATONE, NEI PRIMI GIORNI DI MARZO IN LIBRERIA Stampa E-mail
Scritto da Pantaleo Candido   

Uscirà i primi giorni di Marzo il nuovo libro fotografico realizzato dalla casa editrice “Il Salentino Editore” in collaborazione con il Comune di Galatone e dedicato alla promozione del territorio salentino: “Il Grande Salento per Immagini – GALATONE” – Il volume, i cui testi sono stati curati dal noto scrittore e cultore di storia salentina Prof. Francesco Danieli, impreziositi dalle bellissime foto realizzate da Michele Mariano, narra Galatone in tutte le sue sfaccettature. Il lettore leggendo il libro, scoprirà la città di Galatone come non è stata mai vista prima d’ora. Oltre al Comune di Galatone hanno contribuito alla realizzazione del libro circa cinquanta attività economiche che in quel territorio hanno la sede operativa.

Dalla prefazione dell’autore:

È affascinante la mia Galatone, sensuale eppure riservata, come una donna d’altri tempi. Cinta in vita da qualche brandello di mura, ha la porta spalancata per chiunque voglia far l’amore con lei. In tanti l’hanno amata, in molti l’hanno sedotta, molti di più l’hanno tradita, le hanno usato violenza, hanno calpestato la sua dignità. Nei modi più diversi, ieri come oggi.

Ingenua nonostante tutto, orgogliosa e indifesa, lei rimane lì dov’è da secoli. Distesa nella Valle dell’Asso, prosperosa nelle tenui alture, è sinuosa nei dedali del borgo antico, intrigante nell’inesplorato sottosuolo, superba nei palazzi e solenne nelle chiese, austera nelle case di quegli umili che l’hanno resa grande.

Questa Galatone, magnifica nei suoi contraddittori chiaroscuri, vorrei che emergesse da queste pagine. Pagine in cui parlano le immagini, attraverso gli scatti artistici di Michele Mariano. Fogli di carta patinata in cui i caratteri impressi sono scritti col cuore, ma non per questo non dicono la verità. Quell’essenziale, invisibile all’occhio distratto del viandante di oggi, ho voluto presentare qui di seguito. Senza troppe censure, senza molti condizionamenti, nel bene e nel male.

Da questo ideale “ritorno a casa” io per primo ho tratto molti inaspettati benefici, gli stessi che auguro di guadagnare a chi vorrà compiere questo viaggio emozionale in uno dei più bei centri di Terra d’Otranto, per lungo tempo e ingiustamente relegato al di fuori dei circuiti turistici salentini più gettonati.

Per scrivere quanto qui ho riportato non ho potuto né voluto fare a meno delle annose fatiche dei tanti ricercatori che prima di me hanno speso energie culturali e intellettuali per la rivalutazione di Galatone: gli studi avanguardisti di Pasquale Maria Miccoli e quelli di mio padre, Gaetano Danieli, cui devo quasi tutto; il prezioso zibaldone di don Sebastiano Fattizzo; le ricerche puntuali di Vittorio Zacchino; gli interessanti approfondimenti di Francesco Potenza, Giuseppe Resta e Riccardo Viganò. A loro, all’Editore che ha voluto affidare proprio a me questo delicato incarico, a tutti coloro che in vario modo hanno contribuito alla realizzazione della presente opera il mio più sincero grazie! Ai lettori l’augurio di buon viaggio, virtuale e reale, nella Città del Galateo. A tutti un abbraccio accogliente, con la preghiera di perdonare eventuali sviste e tollerare possibili errori.

 
VISITE GUIDATE GRATUITE IN PUGLIA - Appuntamenti nel Salento Stampa E-mail
Scritto da Rossana De Rinaldis   

Tutto pronto per la XXV° “Giornata Internazionale della Guida Turistica”, evento istituito dalla WFTGA (World Federation of Tourist Guide Associations ) che nasce con lo scopo di valorizzare la professione delle Guide Turistiche, il cui ruolo è fondamentale nell’ambito della divulgazione, fruizione e promozione turistica e culturale del territorio in cui vivono ed esercitano. Fitto ed interessante il programma pugliese, per il quale sono previsti numerosi appuntamenti e visite guidate gratuite. All’Associazione Guide Turistiche Regionali della Puglia, capofila dell’iniziativa pugliese, si uniscono 13 organizzazioni ed associazioni, per far conoscere all’opinione pubblica la figura della Guida Turistica, che con la sua attività favorisce lo sviluppo e la crescita culturale-economica, garantisce la fruizione dei luoghi in modo consapevole e sostenibile, promuove il patrimonio ed ogni specificità locale. Oltre 40 ”ciceroni” pugliesi accompagneranno i visitatori a scoprire tantissime località e percorsi tematici: centri d’arte e siti insoliti, paesaggi agrari e urbani, dimore tipiche e castelli, siti archeologici e monumenti medievali, luoghi di culto e musei tematici, chiese e cattedrali, borghi minori e città marinare, riti carnevaleschi e folkloristici, artigiano tipico e tradizioni enogastronomiche.

Tra le 19 località pugliesi in programma, non mancano interessanti luoghi e siti salentini. Si inizierà Sabato 15 febbraio a Galatina, con un percorso nella Basilica di Santa Caterina tra gli affreschi ed il ciclo pittorico più grande d’Italia, a cura dell’associazione IL Mandorlo (appuntamento alle ore 9.30 c/o P.tta Orsini, info: 328 3890283). Domenica 16 febbraio a Lecce si potranno scoprire Piazzetta Santa Chiara e Piazza Sant’Oronzo, quali spazi legati alla vita religiosa, economica e sociale, a cura dell’ Associazione Guide Turistiche Regionali della Puglia, con la guida Daniela Bacca, in ricordo del compianto collega Paolo Maniglio, guida pionieristica del turismo guidato pugliese (appuntamento alle ore 16.00 c/o Statua di Vittorio Emanuele, info: 340 4054179). Venerdì 21 il programma tocca Gallipoli ed il suo Carnevale, con un percorso nel borgo antico e tra gli hangar dei carri allegorici, a cura di Gallipoli 360 in collaborazione con la Fabbrica del Carnevale (appuntamento alle ore 16.30 c/o l’antica fontana, info: 340 5743456). Sempre per venerdì l’associazione Puglia Travel Service propone un educational e photo tour al Santuario della Madonna della Grazia di Galatone, dedicato ai giornalisti ed appassionati di fotografia (info: 347 3797484). Domenica 23 febbraio si farà tappa a Brindisi, per visitare il Tempio di San Giovanni al Sepolcro, tra i simboli culturali ed artistici della chiesa medievale, a cura dell’Associazione Guide Turistiche Regionali della Puglia, con la guida Antonella Conte (appuntamento alle ore 10.00 c/o il Tempio, info: 348 3187841). Nello stesso giorno l’iniziativa continua su Galatina con un viaggio nella Terra del rimorso, con l’associazione Il Mandorlo (appuntamento alle ore 10 c/o Piazza SS. Pietro e Paolo, info: 328 3890283). Nella stessa giornata domenicale sono previsti ancora due appuntamenti a Lecce. Potrà essere visitato il Teatro romano, la testimonianza più eloquente di Lupiae, grazie all’’apertura straordinaria a cura di IterSalento, con la guida Sarah Albanese (appuntamento c/o via degli Ammirati, info 347 1346960) ed il Cimitero monumentale, con un photo tour nei luoghi e simboli cultuali e culturali della memoria, a cura di Polis Turismo ( appuntamento alle ore 10.00 c/o ingresso del Complesso cimiteriale, info 340 4054179)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il calendario di tutti le visite guidate ed appuntamenti può essere consultato sul sito della GIG nazionale https://sites.google.com/site/giornataintleguidaturistica/home o nella pagina fb "Giornata Internazionale della Guida - Puglia"

 
Rock’n’Roll Party Stampa E-mail
Scritto da Rossana De Rinaldis   

Sabato 15 febbraio

Open: 22.30

Contributo ingresso: 5 euro

Info: 3497546883

Dopolavoro, piazza Crispi 38, Brindisi

 

 

Edizione straordinaria per il Rock’n’Roll Party, il raduno rock’n’roll più grande del Sud Italia che sabato 15 febbraio, dopo il clamoroso successo dello scorso agosto, si trasferisce per una notte al Dopolavoro di Brindisi (open ore 22.30 – info 3497546883). L’appuntamento fisso che da nove anni richiama ogni estate circa diecimila avventori attratti dal fuoco sacro del rock, migra dal campo sportivo di Erchie al Dopolavoro per regalare, con qualche mese di anticipo, uno show dagli allestimenti scenici mozzafiato che trasformano l’ex cinema nei pressi della stazione nel più vintage dei live club americani anni ’50. Dopo quattro anni dall’ultima “winter edition”, l’originale e inimitabile Rock’n’Roll Party ha finalmente trovato il posto ideale per esplodere in tutto il suo entusiasmo e collezionare nel diario dei ricordi una notte di felicità che disegnerà, ancora una volta, grandi sorrisi sui volti di chi risponderà al suo richiamo.

I nostalgici di ciuffi e pettinature pump non potranno resistere alla tentazione di vestire i panni di una sinuosa pin up o di un ragazzaccio tutto brillantina e jeans, lasciandosi andare al divertimento di un look fuori dall’ordinario perfettamente in stile con il carattere della serata. Varcate le porte a vetri del Dopolavoro si svela agli occhi increduli un microcosmo degno di un set cinematografico popolato da auto americane anni ‘50, parrucchieri e truccatori “retrò style”, bancarelle con abiti e oggetti vintage, tatuatori, e tante altre particolarità fuori dal tempo.

Ad avviare la colonna sonora del divertimento sono gli Adels, band siciliana con un curriculum di dieci dichi, circa duemila concerti e un nuovo album, “Milf Shake”, tutto da scoprire. Con Adels, rockabilly, surf, blues e swing convivono creando uno stile che trascina e irretisce dalla prima all’ultima nota.

A seguire la serata continua con il ritmo impetuoso degli Strike che salgono sul palco con un repertorio fifties reinterpretato in chiave moderna che spinge alle danze con un mix prorompente di brani r’n’r, swing, country e rockabillly, tutto suonato con strumenti rigorosamente “old school”.

Ciliegina sulla torta è Antonio Sorgentone, l’uomo dallo sgabello facile, uno showman dal coinvolgimento inarrestabile, cantante e pianista tra i più apprezzati nella scena che terrà alti gli umori e i bicchieri con boogie woogie, brani originali e classici swing italiani di grandi del passato come Renato Carosone e Fred Buscaglione.

Dopo i live e fino a quando i corpi reggeranno le danze, Dj Galeazzo irromperà con selezioni musicali che riportano ai tempi di Jerry Lee Lewis, Elvis Presley, Johnny Burnette, Eddie Cochran, Gene Vincent e altri ancora.

Dress code consigliato anni ’50.



 

 

 

 

 
WEEKEND AL MUSEO DI STORIA NATURALE DEL SALENTO Stampa E-mail
Scritto da Rossana De Rinaldis   

L’Osservatorio faunistico della Provincia di Lecce e il Museo di storia naturale del Salento a Calimera propongono un interessante weekend per chi ama la natura e gli animali. Domani, sabato 8 febbraio, alle ore 10.30, nelle sale del Museo ubicato provinciale Calimera-Borgagne, al km 1, verrà inaugurata la mostra fotografica naturalistica di Sandro Panzera “I piccoli passeriformi del Salento”. L’allestimento sarà visitabile nei giorni di sabato e domenica fino alle 18, con ingresso gratuito. Domenica 9 febbraio, invece, si terrà la IV edizione di “Liberiamoci in volo”, il reinserimento in habitat naturale di alcuni rapaci diurni, che sono stati curati presso l’Osservatorio faunistico della Provincia di Lecce. Lo spettacolare appuntamento è alle ore 11.30, presso il Parco faunistico “Lu Tuzzu” del Museo di Storia naturale del Salento, ed è aperto a tutti, con ingresso gratuito. Nelle giornate di sabato e domenica, inoltre, sarà possibile partecipare a visite guidate del Parco faunistico.

Lecce, 7 febbraio 2014

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 12 di 32