Eventi
Tra storia e leggenda: Roca Nuova il 23-24-25 Luglio rivive i giorni dell’invasione turca Stampa E-mail
Scritto da Redazione (Il Salentino Anno III n.43 - Dal 14 al 28 luglio 2010)   

ANNO DOMINI 1480

di Elisabetta Delle Donne

“Tre giorni di immersione in un mondo oramai lontano fatto di coraggio e ardue prove, di guerre e di assedi ma, anche, di rinascita culturale e artistica che, nel bene e nel male, ha rappresentato un fondamentale momento della nostra storia”.
Si tratta dell’evento culturale che verrà realizzato nel borgo medioevale di Roca Nuova (sulla Prov.le Melendugno-Torre dell’Orso) a cura delle associazioni Open Village e Rete Turistica della Grecìa salentina. Non è altro che la rievocazione in costume della vita del borgo all’epoca della distruzione di Otranto da parte dei turchi dell’impero ottomano.

Leggi tutto...
 
Pubblicazione libro Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

 
30a FESTA DE LU FOCU Stampa E-mail
Scritto da (Anno II n. 28 - 22 Dic 2009 / 10 Gen 2009)   

Zollino 28 Dicembre 2009

Zollino 30esima “Festa de lu Focu”: al via la sfida alla brutta stagione!
Il prossimo 28 dicembre dal largo Lumardo, crocevia mercantile, punto d’incontro di storie e leggende, luogo scelto nelle buie notti invernali dalle macare salentine per i sabba, si riproporrà la tradizionale focara.
Catartico, benaugurale, rigenerante il fuoco porta via la malasorte passata e rischiara la notte all’insegna del giorno che viene, del futuro che si aspetta e si accompagna.
A Zollino da trent’anni si scorta la tenebra fino al passaggio della staffetta alla luce che libera e rassicura e la si accompagna al ritmo delle ronde, dei tamburelli, dei passi del ragno e del gusto della tradizione culinaria di casa nostra. E mentre il sole di notte, quello artificiale di legna d’ulivo, arde rischiarando e riscaldando il piccolo orizzonte comune, il palato trova appagamento nella sceblasti (la tipica puccia realizzata con farina di grano, sale, olio, olive nere, zucchine, pomodori, capperi e peperoncino) e nei legumi preparati “alla pignata” proprio come un tempo. Immancabile, a benedirne l’unione, il vino rosso che scalda e libera, che inebria e incoraggia al sociale. La Festa, nasce alla fine degli anni ’70, originariamente con l’intento di recuperare le tradizionali “Focare di Sant’Antonio”, ormai quasi del tutto abbandonate. Nel corso degli anni si è arricchita di elementi nuovi ma ha conservato un solo filo conduttore: la tradizione.
La Festa vuole anche dare spazio a espressioni d’arte e lavoro, tra fantasia e realtà, come stimolo a confrontarsi su antichi e nuovi contenuti culturali: per questo accoglie, tra l’altro, estrose istallazioni sul tema del fuoco a cura dell’eclettico artista Giuseppe Castellano.
Anche quest’anno ad aprire le danze saranno artisti di strada, giocolieri e mangiafuoco che, intorno alle ore 20, animeranno l’accensione della “focara”. Sul palco saliranno i MASCARIMIRI’, i KAMAFEI ed a seguire MIMMO EPIFANI & EPIFANI BARBERS. A scandire i ritmi della festa, poi, le ronde con tamburelli e musica spontanea intorno al fuoco per tutta la notte.
Tutti a Zollino, dunque, tutti nel cuore pulsante della Grecìa Salentina che il 28 dicembre si vestirà di musica, odori, sapori, orizzonti irripetibili e imperdibili.
In caso di maltempo la festa si svolgerà il 29 Dicembre.

 
NATALE MEDIEVALE Stampa E-mail
Scritto da (Anno II n. 28 - 22 Dic 2009 / 10 Gen 2010)   

MELENDUGNO 25-26 DICEMBRE E 6 GENNAIO 2010


In queste date OpenVillage e la rete di associazioni, rete turistica della grecià salentina,circolo culturale melendugnese e gli amici di Don Orione hanno organizzato il natale medievale melendugnese. Le associazioni organizzano per la prima volta una natività ispirata al medioevo, di certo questo motivo vuol essere un segnale di sensibilizzazione dei melendugnesi  ai  costumi, arte e cultura che in qualche modo ci appartiene. La manifestazione sarà svolta nel centro storico del paese, interessando le Via Mazzini, Salvatore Potì e Laterano nonché le piazze Monsignor Durante e Vittorio Emanuele. Lungo il percorso che dall’ingresso di via Mazzini ci porta alla natività ci saranno i mestieri del tempo e dei piccoli stand  gastronomici realizzati dalle stesse associazioni. Il programma prevede l’inizio della manifestazione   del 25 e 26 dicembre con un piccolo corteo storico che partirà alle ore 17:00 da Piazza Castello percorrendo Via Roma fino all’ingresso di Via Mazzini e l’apertura al pubblico del borgo alle ore 17:30 circa con il taglio del fiocco. Il giorno 06 gennaio 2010 ci saranno i cavalieri di Roca Nuova che durante il tragitto alla ricerca della natività distribuiranno caramelle a tutti i bambini presenti. Le figure partecipanti saranno, cavalieri cristiani, turki, nobili, arceri, cortigiane e artigiani.

 
TANTI PRESEPI VIVENTI E ARTISTICI NEL SALENTO Stampa E-mail
Scritto da (Anno II n. 28 - 22 Dic 2009 / 10 Gen 2010)   

 di SALVATORE GENTILE

Puntuale come ogni anno nel periodo natalizio nel Salento c’è un fervida attività per l’allestimento dei presepi. Si può ben dire che nella provincia di Lecce in ogni comune – piccolo o grande che sia – nelle frazioni, nelle comunità parrocchiali e nella maggior parte delle case private viene ricordato l’evento della Natività con il presepe. Suggestivi sono i presepi “viventi” con figuranti che quasi sempre sfidano il freddo della sera per offrire spettacoli unici e particolarmente apprezzati dai visitatori nel periodo di feste dal 24 dicembre, vigilia di Natale, al 6 gennaio giorno dell’Epifania.

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 11 12 13 14 15 16 17 18 19 20 Succ. > Fine >>

Pagina 19 di 32