Eventi
Bari. “DALLA PUGLIA COL CUORE!” FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI PUGLIA SI MOBILITA PER LA C.R.I Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

 

EMERGENZA COVID - 19. “DALLA PUGLIA COL CUORE!” FONDAZIONE ITALIANA SOMMELIER DI PUGLIA SI MOBILITA PER SOSTENERE LA CROCE ROSSA ITALIANA

La Fondazione Italiana Sommelier di Puglia crea un evento sul web per sostenere la Croce Rossa Italiana, in prima linea nell’emergenza Covid-19 e mette in campo le eccellenze dell’enogastronomia pugliese.

Fondazione Italiana Sommelier di Puglia, sempre attenta a quello che succede nel nostro Paese, si mobilita per dare il proprio contributo in questo momento difficile per tutti. Ha pensato ad un progetto di beneficenza, organizzato in collaborazione con alcune delle aziende enogastronomiche di altissima qualità pugliesi, Tenute Rubino, Pastificio Benedetto Cavalieri, Panificio Forte Altamura, La Puglia Segreta.

Il ricavato dell’evento verrà devoluto alla CROCE ROSSA ITALIANA, rispondendo così a ilTempodellaGentilezza, promosso proprio dall’Organizzazione di volontariato. L’obiettivo è quello di sostenere l’acquisto di beni di prima necessità per le famiglie italiane che vivono una situazione di difficoltà in questo momento.

Si chiama “Dalla Puglia col cuore! Vino, cultura, gusto e solidarietà” e si realizzerà il 3 maggio 2020 alle 11, in diretta streaming sulla pagina facebook di Fondazione Italiana Sommelier di Puglia. Sarà in assoluto la prima degustazione “fatta in casa” che partirà dalla Puglia ma che potrà essere seguita anche oltre i confini geografici pugliesi. A guidarla, con grande professionalità, sarà Paolo Lauciani, relatore nazionale di Fondazione Italiana Sommelier.

Fondazione, mantenendo alta la propria mission di diffusione della cultura, promuove in tal modo le materie prime di eccellenze pugliesi e allo stesso tempo compie un grande gesto di solidarietà verso chi, oggi, ha bisogno. Si partirà dai vini da Susumaniello dell’azienda Tenute Rubino, main partner dell’evento, per terminare con l’abbinamento cibo/vino dei prodotti del paniere.

Inoltre durante la diretta lo Chef Stella Michelin, Domingo Schingaro realizzerà una video-ricetta tutta pugliese, per il pranzo domenicale utilizzando proprio gli ingredienti del paniere e da abbinare ai vini in degustazione.

Come avverrà la degustazione? Le prenotazioni devono avvenire entro il 26 aprile ed entro il 3 maggio, tramite un corriere, i vini e i prodotti gastronomici arriveranno direttamente nelle case degli amici che si iscriveranno all’evento. (Per info e prenotazioni Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. - www.fondazionesommelierpuglia.it). I partecipanti nelle proprie abitazioni, seguiranno la diretta, mentre Lauciani li guiderà nella degustazione e nel racconto del territorio del Susumaniello, così come avviene normalmente, durante uno dei tanti eventi che Fondazione organizza nelle città pugliesi. Con la sola differenza che, questa volta, la location sarà quindi la casa dei tanti appassionati che condivideranno il momento e l’obiettivo da raggiungere. Distanti ma uniti.

IL PANIERE PUGLIESE BIO COMPRENDE:

TENUTE RUBINO

Sumare’ Brut Nature 2014 Metodo Classico

Torre Testa rosato 2019

Oltremé 2017

TENUTE RUBINO

Olio extra vergine di oliva Fruttato Intenso da Coratina

PASTIFICIO BENEDETTO CAVALIERI DAL 1918

“Ruote Pazze” pasta di semola di grano duro

PANIFICIO FORTE ALTAMURA

Friselle Tradizionali di Altamura

LA PUGLIA SEGRETA

Pecorino Garganico (stagionatura in grotta 12 mesi) di Ciccio Cafagna

AZIENDA AGRICOLA F.LLI LAPIETRA

Pomodorini “datterino” pugliese BIO

CROCE ROSSA ITALIANA e l’emergenza COVID - 19

La Croce Rossa Italiana è in prima linea dall'inizio dell’allerta Covid-19 su tutto il territorio nazionale attraverso migliaia di volontari e operatori che stanno lavorando senza sosta per sostenere la popolazione. Oltre gli interventi in emergenza, la Croce Rossa Italiana si sta impegnando a trasformare questo momento critico nel “Tempo della Gentilezza”, intensificando su tutto il territorio nazionale, i servizi per le persone più vulnerabili e con maggior fragilità sociali e sanitarie, tra i quali la spesa a domicilio, il trasporto sociale, la consegna dei farmaci e dei beni di prima necessità.

 

 
Presentazione del libro a Sogliano Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

 
L'archeodromo del Salento torna ad aprile con una nuova sezione, aperture domenicali ed eventi Stampa E-mail
Scritto da Rossana De Rinaldis   

A due mesi dalla sua riapertura fervono i preparativi per la nuova stagione di Kalòs, il più grande parco di archeologia sperimentale d’Italia, creato a Caprarica di Lecce, sulla Serra di Galugnano.


La società Meridies - Servizi e tecnologie per i beni culturali - guidata dall’ideatore e fondatore di Kalòs Alessandro Quarta,  ha già messo a punto il calendario degli eventi primaverili ed estivi, che si svolgeranno con il patrocinio della Provincia di Lecce.

L’assessore provinciale alle Politiche giovanili Bruno Ciccarese plaude alle iniziative in programma: “Anche quest’anno Kalòs è pronto a stupire ed accogliere tantissimi studenti e turisti con le sue splendide ricostruzioni. Il Salento si arricchisce di un’ulteriore attrattiva turistica in grado di richiamare tanti visitatori nel nostro territorio. Questo Parco è davvero un modello di sviluppo per il nostro territorio, oltre ad essere un ottimo esempio di riqualificazione paesaggistica”.

Situato sull’antica “Serra di Tiberio, Ottavio e Costantino” a Caprarica di Lecce, in posizione dominante, l’Archeodromo del Salento, riaprirà il 21 aprile prossimo, lunedì di Pasquetta, dalle ore 9.30 alle ore 19 con una novità: una nuova sezione dedicata alla civiltà contadina, dove saranno riproposte le tradizioni e i mestieri del nostro passato più recente.

Per soddisfare le numerose richieste, soprattutto da parte delle famiglie che vogliono trascorrere una giornata tra natura, arte e archeologia, quest’anno Kalòs sarà aperto anche la domenica. Nei mesi di giugno e luglio, inoltre, ogni giovedì dalle ore 19 alle ore 23 ci sarà un'apertura straordinaria con visite guidate e spettacoli.

Tra aprile e maggio il Parco archeologico sarà la splendida cornice naturale di Un giorno nella Storia, evento didattico dedicato alle scuole, animato da oltre 50 attori, musicisti e danzatori. Le prenotazioni delle scuole da tutta Italia sono già numerose. La manifestazione, inoltre, sarà arricchita dalla terza edizione de Le Olimpiadi del Mondo Antico”, in cui gli studenti rivivranno direttamente i giochi olimpici della Magna Grecia.

L’11, 12 e 13 agosto il Parco archeologico ospiterà la terza edizione de “Le notti del mito. Viaggio nel tempo dei Messapi”, visita serale del Parco animata con attori e danzatori.

Nel Parco sono programmati anche laboratori di archeologia, ceramica e cartapesta. Il programma completo delle iniziative è disponibile sul sito www.parcokalos.it .

All’interno dell’Archeodromo, tra i declivi e la tipica vegetazione mediterranea salentina, i visitatori potranno ripercorrere tutte le fasi evolutive dell’uomo. Si parte dalla protostoria con dolmen, menhir e la produzione dei primi manufatti in pietra e ceramica, oggetti fondamentali per la comprensione di quell’epoca, per entrare poi nel villaggio dell’età del bronzo, con la specchia megalitica, le imponenti capanne ed il rito tribale dello sciamano.

Seguendo il percorso il visitatore si trova di fronte all’ingresso di una possente cinta muraria: è la “città messapica”, in cui è possibile conoscere le usanze di questo popolo vissuto 2600 anni fa, camminare tra le botteghe del ceramista e del ceramografo, osservare i rituali di libagione alla Dea Thana, i rituali funerari (con la scena della prothesis funebre, la tomba a camera e la sepoltura a fossa), l’eschara alla Dea Erzeria e la grotta di Demetra, dove si svolgevano i misteriosi riti di iniziazione alla dea.

Si passa quindi all’epoca romana, dove le conoscenze architettoniche e d’ingegneria di questo popolo sono al centro delle ricostruzioni. Qui si può scoprire come si costruiva una strada romana, osservare le possenti macchine di sollevamento e trasporto blocchi, incontrare lungo il percorso i centurioni a piedi o a cavallo di una biga e ammirare la ricostruzione di un tempio.

Il viaggio nel tempo, attraverso questo museo a cielo aperto, si chiude nel villaggio medioevale, dove è “illustrata” la vita in campagna del periodo, con i sistemi di stoccaggio delle granaglie, la bottega del fabbro, la lavorazione dei tessuti e altre botteghe artigiane, il tutto arricchito dalla giostra equestre e da un accampamento medioevale.

 
Sotto l'ombrellone Stampa E-mail
Scritto da Redazione (Il Salentino Anno II n.20 - Dal 10 agosto al 10 settembre 2009)   

Dal lido giro di boa  - Frassanito - Otranto

di Carusella Bella


Sento sempre più spesso parlare bene del nostro mare, definito "caraibico". Non ci vuole molto per essere d’accordo con questa definizione. Io, anche se il mare dei Caraibi, come dire, l'ho visto solo col binocolo, immagino che sia così azzurro, così trasparente, così cristallino come il nostro, dove puoi tranquillamente contare uno per uno i granelli di sabbia sul fondo, quando è calmo.

Ebbene sì, il mare è trasparente. Molto trasparente. Stupendo, invitante, rilassante.
Tra ieri e oggi lo scirocco ha fatto numerose vittime.. praticamente una strage di neuroni nella mia testa. Perdonatemi se non vi sembrerò brillante come al solito ;-)

Leggi tutto...
 
Concerti e spettacoli live cancellati o rimandati, voucher in sostituzione dei biglietti acquistati Stampa E-mail
Scritto da tratto da Ilfattoquotidiano.it   

Il governo ha approvato alcune misure a sostegno del settore culturale, di spettacolo e musicale. Assomusica (Associazione degli Organizzatori e Produttori di Spettacoli di Musica dal Vivo) da settimane invocava un’intervento per contrastare le ripercussioni economiche disastrose sul settore: molti sono i live cancellati o rimandati in seguito alle disposizioni del decreto governativo necessarie per fermare la pandemia di Covid-19. È stato introdotto un voucher in sostituzione dei biglietti acquistati che consente allo spettatore di non rinunciare al proprio concerto e alle aziende di non andare in default. Assomusica sta anche provvedendo a diffondere, presso i propri associati, una serie di linee guida allo scopo di fornire le indicazioni necessarie a tutti coloro che hanno acquistato titoli di accesso a concerti e spettacoli rinviati o annullati.

E non sono pochi gli show che, ad oggi, hanno subito delle ripercussioni. Le date italiane dei The Script, previste per il 9 e 10 luglio a Pistoia per il Pistoia Blues Festival e Milano per il Milano Summer Festival, sono state cancellate. Così come lo show di Santana, previsto per il 14 marzo all’Unipol Arena di Bologna. Le date italiane di Harry Styles, del 15 e 16 maggio a Torino e Bologna, sono state rinviate a febbraio 2021: il 12 a Bologna e il 13 febbraio a Torino. Dua Lipa doveva esibirsi il 30 aprile al MediolanumForum di Assago (Milano) ed è stata riprogrammata al 10 febbraio 2021, sempre al MediolanumForum. James Blunt era previsto in Italia il 25, 27 e 28 marzo, date tutte posticipate al prossimo autunno: il 30 settembre a Roma, il 2 ottobre a Padova, e il 3 ottobre a Milano.

Tra gli italiani si segnala che i concerti milanesi di Ghali previsti al Fabrique dell’8, 9 e 10 maggio prossimi, sono stati spostati all’8, 9 e 10 ottobre. Elodie rinviata a nuove date: il 30 settembre a Milano e il 3 ottobre a Roma. Il Playlist World Tour 2020 di Salmo rinviato al prossimo autunno 2020. Il tour europeo di Mahmood slitta addirittura al 2021 con partenza il 12 febbraio 2021 da Losanna, mentre il tour italiano per ora è confermato nell’autunno 2020, con prima data il 3 novembre a Milano. I concerti di Francesco De Gregori nei club italiani, previsti nei mesi di aprile e maggio, sono posticipati a novembre e dicembre. “In persona Tour” di Marracash è rinviato in autunno, con prima data il 13 settembre a Milano. Il “Testa o croce Tour” dei Modà, previsto a marzo slitta a ottobre.

E dei grandi eventi estivi dal Rock in Roma (al via dal 13 giugno) a Vasco Non Stop Live Festival (dal 10 giugno), passando per il tour negli stadi di Cesare Cremonini (dal 21 giugno), Ultimo (al via con la data zero a Bibione il 29 maggio) e Salmo (allo stadio di Bibione il 9 giugno e San Siro a Milano il 14 giugno) cosa accadrà? Per ora dalle agenzie live interessate tutto tace, i biglietti sono ancora a disposizione. Se si tengono in considerazione le nuove misure di contenimento (posticipate al momento al 13 aprile) e le parole del capo della protezione civile, Angelo Borrelli, che ha ipotizzato una fase 2 di convivenza con il virus e il ritorno alla socialità graduale dal 16 maggio, non arriva un segnale rassicurante per chi ha preso impegni in luoghi che prevedono un massiccio assembramento, come gli stadi. Secondo le stime di Assomusica a fine maggio saranno in totale 4.200 gli eventi saltati, che comporteranno 63 milioni di perdite in poco più di due mesi per il solo settore del live. A questi dati si aggiungono poi anche le perdite legate all’indotto, che l’Associazione stima in non meno di 130 milioni di euro.

“Ancora una volta l’Italia dimostra di avere grande attenzione a quello che è uno dei settori più vitali dell’economia italiana e non solo. – afferma il Presidente di Assomusica Vincenzo Spera – Purtroppo proprio per questa vitalità è diventato la prima vittima della pandemia mondiale da Covid- 19. Le nostre attività sono le prime ad essere state chiuse e, probabilmente, saranno le ultime ad essere aperte. Non dimentichiamo che tali attività rappresentano un importante volano per l’intera economia grazie alle positive ricadute che creano nei territori”.

“È proprio per l’interconnessione di questi settori ormai globalizzati che risulta difficile pensare che ciascun paese europeo possa risolvere il problema da solo – continua Spera -. Questo da un lato ci preoccupa perché, soprattutto per la musica dal vivo, sia il mondo artistico che l’intera filiera dei fornitori e dei lavoratori interagisce a livello europeo. Chiediamo alla Commissione Europea, ai parlamentari, alla commissione cultura di estendere anche agli altri Paesi questo primo salvagente rappresentato dal voucher. In questo momento è ancora più importante tutelare il lavoro di una filiera che vede centinaia di migliaia di persone prive di tutele e difficilmente inseriti in quadri normativi ed assistenziali”.

Quello che si chiede all’Europa è di intervenire, in modo massiccio, nei prossimi giorni anche sul piano fiscale per la fase di ripartenza: “Individuare un meccanismo che possa offrire un salario minimo garantito a tutti i lavoratori della filiera della musica dal vivo. Inoltre, per poter ricominciare, chiediamo anche che alle aziende del settore venga concesso un periodo di defiscalizzazione di almeno 1 anno e la possibilità di accedere a finanziamenti agevolati”.

 

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 20