Eventi
Lecce. Torna il "Cabaret Live Show" al Teatro Apollo Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

Torna “Cabaret Live Show”, l’evento promosso e organizzato da ALR - Associazione di Volontariato Lorenzo Risolo in programma al Teatro Apollo di Lecce per la sera di venerdì 23 novembre. Questa del 2018 è la seconda edizione e, anche quest’anno, vedrà la partecipazione di alcuni dei comici più importanti e amati del programma televisivo Colorado e sarà a favore dei piccoli pazienti che affrontano terapie oncologiche.
Ad animare e allietare la serata con monologhi, battute e personaggi che hanno fatto la storia del cabaret, saranno il conosciutissimo Marco Bazzoni, noto per i suoi personaggi BAZ, Gianni Ciano e per i suoi monologhi di satira e costume (da Settembre 2018 conduttore di “Tutti pazzi per RDS” insieme a Rossella Brescia e Ciccio Valenti), Alessandro Bianchi, nella veste del “Capitano Mosconi” ed altri esilaranti personaggi, ed il trio comico salentino degli Scemifreddi, noti per le loro famosissime e divertentissime gag.
Ad aprire la serata saranno i Party Zoo Salento, fenomeni del web, e il cabarettista amatissimo dal pubblico salentino, Andrea Baccassino, mentre a presentare gli ospiti saranno Stefania Losito (Radionorba), Max Latino (showman salentino) e il modenese Roberto Chiodi.
Sarà una serata tutta da ridere per quanti vorranno sostenere l’associazione nella lotta al cancro infantile acquistando i biglietti disponibili. La solidarietà è sicuramente una cosa seria ma la malattia, soprattutto nel caso di piccoli pazienti, è più “leggera” affrontarla e combatterla con il sorriso. Due ore di puro divertimento per quello che si preannuncia come l’evento clou dell’autunno salentino e che richiamerà, viste anche le finalità benefiche, un pubblico numeroso, per bissare il successo della prima edizione dell’autunno del 2016.
ALR Onlus - Associazione di Volontariato Lorenzo Risolo conduce dal 2014 la sua importante lotta grazie all’aiuto di volontari, sostenitori e personaggi dello spettacolo. ALR supporta il Reparto di Pediatria dell’Ospedale “G. Panico” di Tricase, sostenendo i medici nell’aggiornamento scientifico, finanziando borse di studio finalizzate alla ricerca e all’assistenza oncologica pediatrica e collaborando con altre associazioni per l’umanizzazione delle cure.
Per info e biglietti telefonare al 347.5847184 o scrivere via mail a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
I biglietti potranno essere ritirati presso la biglietteria del Castello Carlo V di Lecce.

 
Un viaggio tra pittura e teatro con un “accompagnatore” speciale: Vittorio Sgarbi. Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

Cavallino. Vittorio Sgarbi con il suo spettacolo inaugura la Stagione 2017/2018 del Teatro «Il Ducale» di Cavallino,  siglata dall'Amministrazione Comunale. Sipario sabato 9 dicembre alle ore 20.30 (porta ore 20) su «L'arte della parola. Viaggio tra Pittura e Teatro», serata spettacolo-conferenza con ospite il grande critico d'arte con la quale si inaugura la nuova Stagione di teatro e musica. .
La serata spettacolo-conferenza si snoda alternando momenti di riflessione sul rapporto tra le varie forme espressive dell'Arte. Un viaggio tra l'arte figurativa e il Teatro alla ricerca dei rapporti tra i generi espressivi ma, soprattutto, delle emozioni diverse, perché diversi sono i messaggi espressivi , ma anche identiche perché generate dall'Arte.
Vittorio Sgarbi accompagna il pubblico  alla ricerca del significato artistico, dell'evoluzione del linguaggio espressivo, ma, soprattutto, alla scoperta di nuove emozioni che il Teatro e la Pittura hanno saputo raccontare. Le opere con questo viaggio sono frammenti tratti da Macbeth e da Riccardo III, dalle altre opere shakesperiane e dalla produzione letteraria che il Teatro sa offrire. Sono tanti i riferimenti artistici e ai grandi pittori che costellano il panorama dell'Arte, antica, moderna e contemporanea.

Ingresso 18 euro, ridotto 15 euro. Orario biglietteria: lunedì, mercoledì, venerdì, sabato e domenica dalle ore 17 alle ore 20. Infotel: 0832.611208 (durante gli orari di apertura del botteghino) – 331.6393549. Prevendite online sul circuito  CIAOTICKETS.

 
Presentazione del libro a Sogliano Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

 
L'archeodromo del Salento torna ad aprile con una nuova sezione, aperture domenicali ed eventi Stampa E-mail
Scritto da Rossana De Rinaldis   

A due mesi dalla sua riapertura fervono i preparativi per la nuova stagione di Kalòs, il più grande parco di archeologia sperimentale d’Italia, creato a Caprarica di Lecce, sulla Serra di Galugnano.


La società Meridies - Servizi e tecnologie per i beni culturali - guidata dall’ideatore e fondatore di Kalòs Alessandro Quarta,  ha già messo a punto il calendario degli eventi primaverili ed estivi, che si svolgeranno con il patrocinio della Provincia di Lecce.

L’assessore provinciale alle Politiche giovanili Bruno Ciccarese plaude alle iniziative in programma: “Anche quest’anno Kalòs è pronto a stupire ed accogliere tantissimi studenti e turisti con le sue splendide ricostruzioni. Il Salento si arricchisce di un’ulteriore attrattiva turistica in grado di richiamare tanti visitatori nel nostro territorio. Questo Parco è davvero un modello di sviluppo per il nostro territorio, oltre ad essere un ottimo esempio di riqualificazione paesaggistica”.

Situato sull’antica “Serra di Tiberio, Ottavio e Costantino” a Caprarica di Lecce, in posizione dominante, l’Archeodromo del Salento, riaprirà il 21 aprile prossimo, lunedì di Pasquetta, dalle ore 9.30 alle ore 19 con una novità: una nuova sezione dedicata alla civiltà contadina, dove saranno riproposte le tradizioni e i mestieri del nostro passato più recente.

Per soddisfare le numerose richieste, soprattutto da parte delle famiglie che vogliono trascorrere una giornata tra natura, arte e archeologia, quest’anno Kalòs sarà aperto anche la domenica. Nei mesi di giugno e luglio, inoltre, ogni giovedì dalle ore 19 alle ore 23 ci sarà un'apertura straordinaria con visite guidate e spettacoli.

Tra aprile e maggio il Parco archeologico sarà la splendida cornice naturale di Un giorno nella Storia, evento didattico dedicato alle scuole, animato da oltre 50 attori, musicisti e danzatori. Le prenotazioni delle scuole da tutta Italia sono già numerose. La manifestazione, inoltre, sarà arricchita dalla terza edizione de Le Olimpiadi del Mondo Antico”, in cui gli studenti rivivranno direttamente i giochi olimpici della Magna Grecia.

L’11, 12 e 13 agosto il Parco archeologico ospiterà la terza edizione de “Le notti del mito. Viaggio nel tempo dei Messapi”, visita serale del Parco animata con attori e danzatori.

Nel Parco sono programmati anche laboratori di archeologia, ceramica e cartapesta. Il programma completo delle iniziative è disponibile sul sito www.parcokalos.it .

All’interno dell’Archeodromo, tra i declivi e la tipica vegetazione mediterranea salentina, i visitatori potranno ripercorrere tutte le fasi evolutive dell’uomo. Si parte dalla protostoria con dolmen, menhir e la produzione dei primi manufatti in pietra e ceramica, oggetti fondamentali per la comprensione di quell’epoca, per entrare poi nel villaggio dell’età del bronzo, con la specchia megalitica, le imponenti capanne ed il rito tribale dello sciamano.

Seguendo il percorso il visitatore si trova di fronte all’ingresso di una possente cinta muraria: è la “città messapica”, in cui è possibile conoscere le usanze di questo popolo vissuto 2600 anni fa, camminare tra le botteghe del ceramista e del ceramografo, osservare i rituali di libagione alla Dea Thana, i rituali funerari (con la scena della prothesis funebre, la tomba a camera e la sepoltura a fossa), l’eschara alla Dea Erzeria e la grotta di Demetra, dove si svolgevano i misteriosi riti di iniziazione alla dea.

Si passa quindi all’epoca romana, dove le conoscenze architettoniche e d’ingegneria di questo popolo sono al centro delle ricostruzioni. Qui si può scoprire come si costruiva una strada romana, osservare le possenti macchine di sollevamento e trasporto blocchi, incontrare lungo il percorso i centurioni a piedi o a cavallo di una biga e ammirare la ricostruzione di un tempio.

Il viaggio nel tempo, attraverso questo museo a cielo aperto, si chiude nel villaggio medioevale, dove è “illustrata” la vita in campagna del periodo, con i sistemi di stoccaggio delle granaglie, la bottega del fabbro, la lavorazione dei tessuti e altre botteghe artigiane, il tutto arricchito dalla giostra equestre e da un accampamento medioevale.

 
Sotto l'ombrellone Stampa E-mail
Scritto da Redazione (Il Salentino Anno II n.20 - Dal 10 agosto al 10 settembre 2009)   

Dal lido giro di boa  - Frassanito - Otranto

di Carusella Bella


Sento sempre più spesso parlare bene del nostro mare, definito "caraibico". Non ci vuole molto per essere d’accordo con questa definizione. Io, anche se il mare dei Caraibi, come dire, l'ho visto solo col binocolo, immagino che sia così azzurro, così trasparente, così cristallino come il nostro, dove puoi tranquillamente contare uno per uno i granelli di sabbia sul fondo, quando è calmo.

Ebbene sì, il mare è trasparente. Molto trasparente. Stupendo, invitante, rilassante.
Tra ieri e oggi lo scirocco ha fatto numerose vittime.. praticamente una strage di neuroni nella mia testa. Perdonatemi se non vi sembrerò brillante come al solito ;-)

Leggi tutto...
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 20