Eventi
IL GAL “SERRE SALENTINE” A MILANO PER l’EVENTO MONDIALE “L’ARTIGIANO IN FIERA” Stampa E-mail
Scritto da Giampiero Pisanello   

Il GAL “Serre Salentine”, dal 29 novembre all’8 dicembre 2014, presso il quartiere fieristico di Milano, partecipa a “L’artigiano in Fiera”, l’evento espositivo nato nel 1996, con l'obiettivo di mettere al centro dell'attenzione l'artigianato e l’agroalimentare con le loro enormi capacità e qualità produttive, creando un evento totalmente dedicato ai due comparti. Una grande e nuova "campionaria" della piccola impresa, che trova in questo evento un'occasione privilegiata di promozione e di commercializzazione.
L’agroalimentare e l’artigianato sono due realtà economiche e sociali rilevanti per le Serre Salentine che producono ricchezza e occupazione attraverso molteplici attività che si fondono sulla genialità, abilità, manualità, senso pratico e innovazione. Un agroalimentare e un artigianato apprezzato anche dai tanti turisti, nazionale ed esteri, che scelgono il territorio come meta per le proprie vacanze e che riscontrano qualità e autenticità.
“La partecipazione a “L’Artigiano in Fiera” a Milano – afferma il Presidente del GAL, Salvatore D’Argento – rappresenta l’inizio di una serie di attività che verranno organizzate nella città lombarda dal 1° dicembre fino al 31 ottobre 2015 al centro del mondo con Expo Milano 2015. Infatti, l’evento fieristico dedicato all’artigianato e all’agroalimentare non è un’azione isolata, ma risulta preparatoria ad un percorso promozionale che sarà posto in essere proprio in occasione dell’esposizione universale. Non solo una rassegna espositiva, ma anche un processo partecipativo, Expo Milano 2015 intende coinvolgere attivamente numerosi soggetti attorno al tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. I visitatori, coinvolti in prima persona in percorsi tematici e approfondimenti sul complesso mondo dell’alimentazione, hanno l’opportunità di compiere un vero e proprio viaggio intorno al mondo attraverso i sapori e le tradizioni dei popoli della Terra. Expo Milano 2015 sarà la prima esposizione della storia ad essere ricordata non solo per i manufatti realizzati ma soprattutto per il contributo al dibattito e all’educazione sull’alimentazione, sul cibo, sulle risorse a livello planetario. Expo Milano 2015, quindi, si confronta con il problema del nutrimento dell’uomo e della Terra e si pone come momento di dialogo tra i protagonisti della comunità internazionale sulle principali sfide dell’umanità”.


 
Campi Salentina: da giovedì 11 a domenica 14 dicembre la XX edizione della Città del libro 2014 Stampa E-mail
Scritto da Stefania De Cesare   

Si prepara a tagliare il nastro dei venti anni la Rassegna Internazionale degli Autori e degli Editori nata a Campi Salentina nel 1995. Appuntamento a Dicembre, da Giovedì 11 a Domenica 14, nelle strutture del Quartiere Fieristico di Campi, nella zona Artigianale su via Lecce. Un traguardo prestigioso Città del Libro, contenitore multiculturale che, tra mille peripezie, ha acquisito negli anni il ruolo di riferimento nel mondo culturale salentino, nel sud Italia e per il bacino del Mediterraneo. Anche quest’anno a guidare la Fondazione onlus che organizza la rassegna, il Presidente Fabio Sirsi. Al suo fianco l’Assessore alla Cultura, Davide De Matteis ed il Sindaco di Campi Salentina, Egidio Zacheo, ideatore della stessa manifestazione, proprio vent’anni fa. Poi la complessa macchina organizzativa, con i “Volontari del libro” e tutti i collaboratori interni ed esterni, pronti a dare il massimo. Tante iniziative tra passato e futuro. Intensa l’attività convegnistica e gli omaggi ai conterranei più illustri, come Vittorio Bodini e Carmelo Bene per il quale in particolare, presenteremo libri, allestiremo una mostra ed un’installazione con alcune sue “Interviste impossibili” e lo spettacolo teatrale “Dedicato a C.B.” di Marina Polla De Luca. Continua la collaborazione con “Eco Feste Puglia” che come lo scorso anno, caratterizzeranno le occasioni di sensibilizzazione, utilizzando materiale riciclato o eco compatibile nell’allestimento. Poi la simpatica ed apprezzata iniziativa #machetipassaperlatesta, attraverso cui uomini, donne e bambini fanno una foto a se stessi con un libro in testa e la pubblicano sul profilo facebook della Città del Libro. E l’importante collaborazione, nata da un amore a prima vista, tra la Città del Libro e lo staff di Ecologico International Film Festival che promuove, attraverso il cinema, una riflessione sulla società contemporanea, attraverso le proiezioni dei film, gli incontri con autorevoli personaggi della cultura e con i dibattiti con il pubblico, per la creazione di nuove opportunità di sviluppo economico e sociale sostenibile per la popolazione e il territorio, rispettoso dei diritti degli uomini e dell’ambiente. Anche quest’anno staccato il discorso scuole da quello pomeridiano, per dare la giusta importanza ad ogni evento nell’evento e raccontare meglio la Città del Libro ai suoi lettori/visitatori. E proprio il Presidente della Fondazione Città del Libro, Fabio Sirsi inizia anche quest’anno il suo racconto della Rassegna Internazionale degli Autori e degli Editori: “Nel pomeriggio abbiamo gettato le basi per una programmazione di qualità, cercando di mantenere uno specifico filo conduttore, ovvero, forse anche in maniera un po’ ambiziosa, ci siamo posti come obiettivo quello di cercare di approfondire le varie situazioni sociali e politiche di quelle nazioni del Mediterraneo dove ci sono focolai di guerre e di rivolta di cui troviamo eco nelle cronache e nell’attualità di tutti i giorni. Grazie a questo approfondimento, quindi con ALCUNI autori che descrivono attraverso romanzi e saggi quelle che sono le situazioni delle nazioni del Mediterraneo, cercare in qualche modo di delineare quello che è il contesto socio–politico del bacino, per arrivare a lanciare, con dibattiti e conferenze, un messaggio di accoglienza e di pace”. Quest’anno, quindi, il tema sarà legato al territorio. Un lembo di terra allargato che abbraccia il bacino del Mediterraneo e si prospetta a grandi passi verso l’Europa. Città del Libro diventa il fulcro della Cultura e delle Culture, legandone contenuti, storia, tradizione e prospettive future. A tal proposito il Presidente Fabio Sirsi sottolinea: “Cercheremo di raccontare, nel percorso di incontri con l’autore di cui il programma è ricchissimo, ciò che il nostro territorio offre dando l’opportuno spazio alle case editrici locali (dai romanzi storici, alla narrativa classica fino ai saggi di approfondimento di tematiche di attualità) ma cercheremo soprattutto di creare dei focus su Balcani, Medioriente e Nord Africa per cercare di intuire le criticità sociali alla base dei numerosi conflitti presenti, confrontarle con le realtà a noi vicine ed arrogarci la pretesa di lanciare un messaggio di Accoglienza e di Pace”. Tanti anche quest’anno gli ospiti illustri della quattro giorni di Rassegna. Da Paolo Mieli a Nicoletta Costa. Il premio “Bancarella 2014”, Michela Marzano ed il premio “Stresa 2014” Valentina D’Urbano. Poi Mario Desiati e i ritorni di Mario Capanna e Franco Scaglia. Inoltre Khalil Al Toubat (Console Onorario Palestina in Italia), Hassan Aboyoub (Ambasciatore del Regno del Marocco in Italia) e l’Ex Ministro Cècile Kyenge. “I nostri ospiti – spiega Fabio Sirsi - non partecipano semplicemente ad una rassegna ma ad un’idea, condividendo un progetto di riscatto del territorio, accolti dalla rinomata ospitalità pugliese in un contesto culturalmente stimolante, di arte diffusa, di gioia intorno al re Libro. Una partecipazione, la loro, ad un evento con un notevole afflusso di pubblico e un’importante attenzione mediatica che la tradizione dei vent’anni ha ormai consolidato”. Città del Libro non è tutta rose e fiori e la voglia di trasparenza da parte del Presidente Fabio Sirsi non consente tentennamenti o dubbi. Enti, mondo accademico e associazioni hanno, negli anni, mollato il colpo con la Rassegna che risente da tempo della mancanza del giusto supporto. “Questa è un’altra criticità rilevante. Purtroppo – precisa con forza il presidente Sirsi - l’assenza del giusto supporto da parte di alcuni enti ed istituzioni, diventa sempre più una criticità grave. Dopo vent’anni, occorre fermarsi e riflettere sul ruolo che hanno avuto in passato e sul ruolo che dovrebbero avere. Bisognerebbe costituire una rete stabile e dovrebbero costruire insieme alla Fondazione la rassegna e non subirla passivamente. Per far ciò bisogna cambiare lo statuto, ormai obsoleto, e studiare un metodo di coinvolgimento permanente”.

Breve storia Città del Libro

La Rassegna Nazionale degli autori e degli editori nasce nel lontano dicembre del 1995 per volere dell’Amministrazione comunale di Campi Salentina, guidata dall’allora sindaco Egidio Zacheo, che decise di far leva sulla cultura come «veicolo di riscatto del territorio» in un periodo in cui era tenuto sotto scacco dalla criminalità. La prima edizione venne intitolata “… per amore del libro” e vantò la partecipazione di importanti esponenti della cultura e della società quali: Nando Dalla Chiesa, Emanuele Macaluso, Alda Merini ed Elio Veltri. Dal 2002 ad organizzare la rassegna è la Fondazione Città del Libro Onlus. Dalla dimensione locale delle prime edizioni, per lo spessore raggiunto grazie alla qualità delle tematiche affrontate e alla partecipazione dei più importanti scrittori del panorama letterario contemporaneo, la Città del Libro viene inserita a pieno titolo nell’ambito delle manifestazioni di rilievo nazionale, ricevendo il patrocinio delle più alte Istituzioni nazionali: Senato della Repubblica, Camera dei Deputati, Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ministero dei beni culturali e locali: Regione Puglia, Provincia di Lecce, Università del Salento. Nel corso delle varie edizioni la Rassegna si è arricchita di premi e concorsi destinati a stimolare la fantasia, la creatività e la partecipazione attiva dei ragazzi quali il “Premio Pierluigi Taurino” per le migliori recensioni di libri scritte da ragazzi e successivamente il concorso “Una Filastrocca per la Città del Libro”, rivolto ai ragazzi della scuola primaria e diversi eventi collaterali per coinvolgere l’intera cittadina. Oggi la Fondazione annovera tra i suoi PARTNER ISTITUZIONALI, oltre alla Città di Campi Salentina, l’Unione dei Comune del Nord Salento e l’Università del Salento ed è stata inserita tra le iniziative culturali di rilevanza regionale dalla Regione Puglia.

 

 
LECCE -Museo Storirco - Terza edizione di “Tra musica e parole" il 23 novembre il terzo appuntamento Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

Il 23 novembre terzo appuntamento della rassegna di musica e lettura che si tiene al Must, promossa dal Comune di Lecce, dall’Associazione Nireo e dall’associazione LecceLegge

Musica e lettura al Museo Storico di Lecce.  Dopo il grandissimo successo anche della seconda serata, entra nel vivo il ciclo “Tra musica e parole”, realizzato al Must dall’Assessorato alla Cultura, Spettacoli ed eventi guidato da Gigi Coclite, in collaborazione con l’Associazione “LecceLegge” e l’Associazione Nireo con Eraldo Martucci. La rassegna propone degli incontri di musica e lettura da tenersi nelle quattro domeniche di novembre (9, 16, 23 e 30), dalle ore 19 alle 20.30. Concerti ad ingresso gratuito.
Oltre che per continuare a valorizzazione il nuovo patrimonio immobiliare e ambientale recuperato dal Comune di Lecce, l’idea che sottende a questo ciclo è anche quella di valorizzare i giovani talenti musicali del territorio alternando alle loro performance le letture che chiunque, prenotandosi, vorrà fare di una poesia o di un testo letterario legato all’ “Amore” visto in quattro declinazioni. Info e prenotazioni per le letture: 3805203092; 0832682378;  fax 0832 682980; mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Domenica 23 novembre letture e suoni saranno sul tema della Gelosia con Eneri Duo, composto da Eneri alla voce e tastiera, e Roberto Chiga al tamburello, che proporrà alcune celebri canzoni legate alla gelosia  alternandole al suo progetto “pop jazz etnico”.  Progetto che narra di storie di vita, con una musica d’oltreoceano contaminata dai ritmi della sua terra, New York e il Salento.
Un personale percorso che va dalla ricca tradizione cantautorale femminile americana (Tori Amos, Fiona Apple, Ani DiFranco), fino a personalizzarne i canoni di genere, innestandovi elementi etnici, propri alla tradizione salentina. Il groove ricercato sposa una voce dalle tonalità chiaroscure che scava nell’intimo, esprimendosi dall’ italiano all’ inglese, al francese; la sua musica è ancorata agli appigli di una scrittura interiore intima e impalpabile.
Eneri è autrice di testi e musiche del suo progetto musicale; scrive in lingua italiana, inglese e francese, i testi sono accompagnati da una musica d’oltreoceano che non manca di elementi caratteristici della sua terra.
Con lei sul palco Roberto Chiga, che inizia a suonare il tamburello per curiosità all'età si 14 anni, e viene immediatamente notato dal direttore del gruppo Arakne, Giorgio di Lecce, che lo vuole con se nel gruppo. Qui conosce Pierangelo Colucci, uno dei più grandi tamburellisti e percussionisti di Puglia e d'Italia. Da lui apprende le tecniche più sofisticate e allarga le vedute anche ai tamburi del medio-oriente acquisendo tecniche per darbuka duf e tar.



 
MR. LEXX + KALIBANDULU AL LIVELLO 11/8 DI TREPUZZI (LE) SABATO 8 NOVEMBRE Stampa E-mail
Scritto da Redazione   

Dopo la dancehall che ha aperto i battenti della nuova stagione del “Livello11/8” di Trepuzzi (LE) è in arrivo un nuovo appuntamento con la musica reggae. Sabato 8 Novembre infatti salirà sul palco della Casa della Musica Mr. Lexx, uno degli artisti di maggior successo della scena dancehall internazionale. In questo evento che lo vedrà per la prima volta in Salento, direttamente dalla Giamaica, Mr. Lexx sarà accompagnato da Supa Hype, supportati inoltre da Djsmo. A fare gli onori di casa ci sarà Kalibandulu, il gruppo che esporta il Salento in giro per il mondo, che festeggerà i primi 15 anni di attività.

Nato e cresciuto a Kingston, Christopher Palmer conosciuto come Mr. Lexx, ha firmato alcune delle principali hit nell’ambito della dancehall contemporanea; alcuni brani come “Hold The Line”, “Dem a Pree”, “Ring of Mi Cellie” o “Full Hundred” sono tra i più trasmessi dai dj e sound system di tutto il mondo, caratterizzati da una voce calda, profonda e travolgente, marchi di fabbrica dell’artista. Quest’ultimo durante la sua carriera ha inoltre collaborato con i principali artisti giamaicani come Elephant Man, Mr. Vegas, Lady Saw, Major Lazer e tantissimi altri, ricevendo anche una nomination per un Grammy Awards grazie alla collaborazione con Capone’n’Noreaga nel brano “Anything Goes” presente anche nella compilation “Def JAMaica” dell’etichetta Def Jam.

Prima dell’artista giamaicano, spazio al 15° compleanno di Kalibandulu, il sound leccese che dal 1999 esprime il reggae e la cultura della dancehall in tutto il mondo. Formato da Rebel T, Dj Moiz, DonLeo e Bando, sono conosciuti nell’ambiente reggae per la straordinaria capacità di animare i party con la loro selezione musicale dal gusto unico e inconfondibile.

Ma il menù della serata è ricchissimo e prevede la partecipazione di numerosissimi artisti locali (e non): Dj Smo (Austria), Luv Messenger (Spagna), Mighty Bass, Giorgio Rude, Radical Weed, Selektion Fire, Run It Sound, Black Lion, Koolometoo, Heart On Fire, Morello Selecta, Warpath, J Lof & Militant Dandy, Third Eye & Geezy G. Al termine del live di Mr.Lexx inoltre, after party con la musica elettronica e dubstep selezionata da Walter Suray.

La cornice di questa serata sarà la “Casa della Musica - Livello 11/8”, una struttura polivalente dedita alla ricerca e sperimentazione artistica, in grado di accogliere concerti e spettacoli dal vivo, convegni, corsi e stage formativi, corsi di musica e laboratori artistici.

L’aperture delle porte è prevista per le 22 e l’ingresso al prezzo speciale di 8€. Infoline: 3332519619

 
BANDE SONORE: a Montemesola la “crew” delle migliori bande pugliesi sul palco 300 musicisti Stampa E-mail
Scritto da Maristella Bagiolini   

MONTEMESOLA (TA) - 8 bande, 300 musicisti e un palco dove esibirsi come un ring.
Una formula vecchia e nuova insieme, che come nelle stile dei confronti tra le crew rap e hip-hop, metterà le une contro le altre le 8 Bande Musicali che hanno superato la selezione di Bande Sonore, il progetto realizzato dall’Associazione Monte di Mezzo e che il prossimo 10 e 11 ottobre si svolgerà a Montemesola, patria della cultura bandistica per eccellenza del territorio.
Abbiamo stimolato la secolare tradizione bandistica pugliese ad inoltrarsi su nuovi percorsi espressivi – dicono gli organizzatori – e dopo aver verificato quanta qualità la Puglia è in grado di esprimere in questo settore abbiamo dato vita ad una felice contaminazione con generi musicali e artisti diversi.
Così lo strumento che ha formato tanti grandi compositori e musicisti (hanno diretto o scritto per bande anche Verdi, Ponchielli e Mascagni – ndr) e che per anni ha svolto il ruolo altamente culturale di diffusione della musica “colta” nei confronti delle classi meno agiate, ora si trasforma in un linguaggio contemporaneo nuovamente portatore, come fu in passato e alle origini, di idee e fermenti sociali.
In campo scendono stili, sonorità e generi diversi. Tutti in chiave bandistica.
Montemesola per due giorni diventerà dunque la patria delle Bande pugliesi che hanno superato le preselezioni on line sul sito dedicato www.bandesonore.net.
Si tratta delle Bande di Sannicancro, città di Castellaneta Grotte, Orchestra di Fiati città di Cisternino, ConTurBand, Improbabilband, Valle d’Itria Wind Orchestra, Città di Castellaneta e Armonia delle Sfere.
A giudicare il contest che si preannuncia animato e frizzante con scontri ed eliminazioni dirette, sarà il pubblico chiamato a farsi coinvolgere e a tifare.
Il progetto favorito dal GAL Colline Joniche è realizzato grazie all’azione “Principi Attivi 2012” della Regione Puglia, Assessorato alle Politiche Giovanili  e sostenuto dalla Presidenza del Consiglio – Dipartimento Gioventù e si svolge sotto l’egida del Comune di Montemesola, della Fedarazione Bande Pugliesi, Terra Gialla (Talos Festival), Istituto Statale di Studi Musicali Paisiello di Taranto, Collezione Spada Strumenti Musicali Antichi, Altra web comunicazione e immagine.
Supporto all’iniziativa è dato anche dalla Provincia di Taranto, dal Comune di Grottaglie, dalla pro-loco di Montemesola e dallo sponsor Frantoio D’Erchie e dallo sponsor tecnico Marangi Strumenti Musicali.

La presentazione del progetto alla stampa si svolgerà martedì 7 ottobre alle ore 11.00 sulla Cassarmonica di Piazza Garibaldi a Taranto. Interverranno Mara Beccafarri, Presidente dell’Associazione culturale Monte di Mezzo, Angelo Santorio, Assessore allo sport, turismo e spettacoli del Comune di Montemesola, Marco Accoroni, direttore artistico del progetto e Franco Donatelli, vice-presidente del GAL Colline Joniche.

In caso di pioggia la conferenza stampa si svolgerà nelle sale interne dell’istituto superiore di Studi Musicali G. Paisiello di Taranto (ex Convento di San Michele in città vecchia – Taranto).

 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 20