Definito nei dettagli il 19° Rally Città di Casarano Stampa
Scritto da Alessandro Rizzo   

Rivisitato il percorso con l'inserimento di una nuova prova speciale nei pressi di Santa Maria di Leuca
Cambia anche la sede del Parco Riodino notturno che si sposta nella centrale Piazza San Giovanni

Casarano (Le), 13 febbraio 2012 – Con largo anticipo, la rodata equipe organizzativa del Rally Città di Casarano ha già completato l’articolato  lavoro di studio e di definizione dei dettagli logistici ed organizzativi, relativi al secondo appuntamento stagionale col Challenge Rallies Nazionali di Settima Zona, di scena lungo gli asfalti dell’estremo tacco d’Italia nei giorni di sabato 21 e domenica 22 aprile. Anche quest’anno, la gara avrà molto da offrire sul piano sportivo e dello spettacolo; il riconfermato coefficiente di validità 1,5, pone infatti la competizione  salentina tra gli eventi automobilistici più importanti del centro sud.

 

Pur proponendo una formula di gara piuttosto semplice, all’insegna della tradizione e del successo ottenuto negli ultimi anni, la manifestazione presenta molti elementi di novità. Il tracciato di gara subirà alcune sostanziali modifiche che daranno maggiore valore tecnico a questa edizione. La principale innovazione apportata riguarda la disputa della inedita prova speciale denominata “Punta Ristola”, che si aggomitola tra le stradine rurali ricadenti nei territori di Castrignano del Capo e Patù, con partenza ubicata nelle vicinanze di Santa Maria di Leuca. Il nuovo settore cronometrato, con un piano stradale a tratti molto veloce, sostituirà  la prova di “Marina di Alliste”. Molto di nuovo avrà anche la speciale di “Marina di Pescoluse”, il cui percorso rispetto allo scorso anno risulta rinnovato  del tutto nella seconda parte.
Ma le novità di rilievo legate al 19°Rally Città di Casarano non riguarderanno solo  i teatri di sfida, ma anche l’ubicazione del parco partenza e del parco riordino notturno tra il primo e il secondo giorno, che quest’anno verranno allestiti nella centralissima  piazza San Giovanni Elemosiniere e non più quindi nell’area antistante le scuole elementari di Piazza San Domenico. Una scelta, che oltre a dare maggiore risalto a un evento motoristico di spessore, sempre tanto amato e tanto atteso, consentirà ai cittadini e ai visitatori di poter vivere da vicino il colorato ed affascinante mondo dei rally, mentre gli appassionati e gli addetti ai lavori avranno anche l’ occasione di  conoscere le bellezze storiche ed architettoniche che si affollano intorno alla bella e scenografica piazza.