Il Lecce espugna Cosenza in una gara rocambolesca e vola in classifica Stampa
Scritto da Tratto da lecceprima.it   

LECCE – All’ultimo respiro. Nell’insidiosa trasferta di Cosenza il Lecce conquista una vittoria rocambolesca in una gara dominata per gran parte, subendo però la momentanea rimonta dei calabresi. Gli uomini di Liverani partono fortissimo e dopo appena 13 minuti di gioco si trovano in vantaggio di due reti grazie alle realizzazioni di Venuti (con un gran che supera Saracco) e una perfetta girata del solito Palombi, che sale a quota sei nella classifica marcatori. Il Cosenza sembra subire il micidiale uno-due dei salentini, e solo sul finire di primo tempo riesce a farsi pericoloso con un paio di sortite offensive.

Nella ripresa il Cosenza prova a reagire e si riversa nella metà campo giallorossa, con il Lecce che prova a dilagare in contropiede. Al 67esimo i padroni di casa trovano il goal con Tutino, bravo a raccogliere di testa un cross dalla destra e superare Vigorito. Accorciate le distanze i silani, spinti dal pubblico, iniziano a credere nell’impresa, e un minuto dopo sfiorano il pareggio con Maniero, che dalla distanza colpisce l'incrocio dei pali a Vigorito battuto. Liverani prova a rimediare inserendo Cosenza per Mancosu. L’appuntamento con il pareggio, però, è solo rimandato: all’80esimo è ancora Tutino a superare Vigorito e far esplodere di gioia i tifosi calabresi.

La corazzata Lecce, ancora una volta, si dimostra squadra di carattere e gran cuore, capace di reagire e di non mollare mai. Due minuti dopo è Falco, subentrato a La Mantia, a salire in cattedra e regalare con una grande azione personale la rete che vale la vittoria. Nel finale il Cosenza prova il tutto per tutto, ma la difesa giallorossa tiene senza grandi affanni. Per i salentini tre punti importantissimi che rilanciano la squadra verso i vertici della serie cadetta dopo la beffa di Pescara. Il 25 novembre, dopo la sosta, la sfida al Via del Mare con la Cremonese.