Melendugno -Nuovo Cinema Paradiso, Spettacolo rinascimentale sul vino Stampa
Scritto da Marco Candido   

"Viva viva Bacco ognor!" - Musica, canto e danza nelle taverne del Rinascimento

La taverna è il luogo dove il vino è il protagonista assoluto, il trait d’union che tempera l’animo e prepara la voce al canto, riscalda i corpi e li spinge alla danza. Già esplorata nel tardo Medioevo, a cavallo tra il XVI e il XVII secolo la taverna si popola di musicisti, popolani, mercanti, frati, giocatori di carte, indovini.

La nostra taverna immaginaria si anima all’imbrunire con una ricca tavola imbandita, intorno alla quale si radunano ospiti che suonano, cantano, danzano ma soprattutto bevono in onore di Bacco e dei piaceri della sua chiassosa Compagnia. Ma non siamo nei boschi dei baccanali, bensì in un luogo dove i viaggiatori hanno bisogno non solo di rifocillarsi ma anche di riposare. Sarà l’oste a porre fine a tanta festa, spegnendo le candele e congedando gli ospiti ancora avidi di vino, musica e amorevole compagnia per passare la notte.

Con Viva viva Bacco ognor! l’Ensemble Concentus di Lecce cerca di rievocare quell’atmosfera intima e ludica delle taverne rinascimentali, dove l’odore del camino acceso si unisce a quello delle pietanze calde anaffiate col vino delle brocche in terracotta. Una drammaturgia essenziale cerca di amalgamare brani di provenienza varia: l’Italia, l’Inghilterra, la Spagna, la Francia, l’Europa centrale. L’utilizzo di strumenti antichi e delle loro tecniche di esecuzione avvolge il pubblico in sonorità a volte ruspanti, a volte delicate e raffinate. Il canto racconta la vita quotidiana e invita i danzatori della Compagnia di danze storiche Tempus Saltandi ad unirsi nel ballo di branles francesi o graziose gagliarde italiane o di rustiche danze contadine animate dal suono della piva.

L’Ensemble Concentus è integrato da Maurizio Ria (viola da gamba), Elena Mignone (canto), Maria Grazia Chiarito (chitarra barocca e liuto), Pier Paolo Del Prete (violino barocco), José Luis Molteni (canto, fiati e percussione).

La Compagnia di danze storiche Tempus Saltandi è diretta dalla prof.ssa Rita Cantoro e integrata da Gloria Dascenzi, Francesca Grasso, Mattia Ragolia, Priscilla Rucco, Irene Simone. I costumi dei danzatori sono ricostruzioni realizzate da Filomena Tramacere e dai danzatori stessi seguendo l’iconografia dell’epoca.

Gruppo di Danze Storiche “Tempus Saltandi”

Il Gruppo di Danze Storiche è diretto dalla Dott.ssa Rita Cantoro che, dopo una lunga formazione nella danza classica con esami annuali sostenuti con la Royal Ballet Society di Edimburgo fino al grado 'Advanced', si è poi dedicata esclusivamente alle danze storiche ricercando e studiando i trattati e i manuali coreutici dei secoli passati, frequentando i corsi internazionale della F.I.M.A. (Fondazione Italiana per la Musica Antica) a Urbino e quelli organizzati dall'Associazione culturale “Il canto delle muse” per Rovigo Musica Antica, partecipando a stage con docenti di fama internazionale (Barbara Sparti, Gloria Giordano, Bruna Gondoni, Lieven Baert). Il gruppo dei danzatori è impegnato già da alcuni anni in spettacoli, cortei, animazioni e rievocazioni storiche.

Ensemble “Concentus”

L’Ensemble “Concentus” è un ensemble strumentale specializzato in musica antica fondato da Maurizio Ria nel 1992. L’Ensemble è formato da apprezzati musicisti che da molti anni sono presenti sulla scena musicale svolgendo un’intensa attività concertistica con formazioni che vanno dal Duo all’Orchestra Sinfonica, collaborando con numerose compagini specializzate in esecuzioni filologiche come Le Concert des Nations diretto da Jordi Savall, la Confraternita dè Musici, il Collegium Musicum “Almae Mater” (Bologna), l’Accademia “Montis Regalis” (Mondovì), l’Accademia di Terra d’Otranto e molte altre ancora effettuando svariate incisioni discografiche e tournée in Italia e all’estero (Svizzera, Francia, Germania, Austria, Spagna, Portogallo, Grecia, Montenegro, Rep. Ceca...).