ROSÉXPO, 1° SALONE INTERNAZIONALE DEI VINI ROSATI Lecce, 31 maggio – 2 giugno 2014 Stampa
Scritto da Redazione   

 

Roséxpo, Salone Internazionale dei Vini Rosati, in calendario dal 31 maggio al 2 giugno, presso il MUST Museo Storico di Lecce, è alla sua prima edizione, ma già si presenta con un ricco programma di iniziative, con obiettivi ambiziosi e con il prezioso sostegno di Regione Puglia, Provincia di Lecce, Comune di Lecce, Camera di Commercio di Lecce e Confcommercio Lecce. Organizzato da deGusto Salento, associazione con i produttori di Negroamaro, Roséxpo nasce con l’intento di valorizzare i rosati, partendo proprio da Lecce, città simbolo della penisola salentina, dove i vini rosé rappresentano un’espressione di tipicità del territorio. Ma Roséxpo vuole guardare ben al di là dei confini regionali; l’impegno è quello di promuovere la cultura del vino rosato attraverso una manifestazione che metta a fuoco un'immagine precisa e complessiva delle molteplici peculiarità del rosato. "Rosato non è rosa" è uno dei princìpi cardine di deGusto Salento, che mira a raccontare i rosé in tutte le sue sfumature, facendo il punto su terroir, vitigni, tecniche produttive e aspetti sensoriali, secondo l'ottica del confronto tra territori di produzione nazionali e internazionali. In tale prospettiva si colloca la prestigiosa collaborazione con partner tecnici quali Ais Puglia e Slow Food Puglia. La “tre giorni” di Roséxpo offrirà al pubblico la possibilità di accedere ai banchi d’assaggio dove scoprire etichette e cantine di rosati d’eccellenza, e di partecipare alla presentazione di libri, a degustazioni guidate, a una interessante tavola rotonda “a tema”. Non mancheranno appuntamenti mondani come la serata di gala del 31 maggio o gli aperitivi in rosé dell’1 e 2 giugno. Tanti gli ospiti dal mondo del vino; oltre ai rappresentanti di aziende vitivinicole, anche giornalisti di settore, ambasciatrici delle Donne del Vino Puglia e sommelier. Centrale e strategica, infatti, sarà la tavola rotonda “I vini Rosati: Identità, Innovazione, Immaginario”, un momento di confronto e riflessione sugli sviluppi futuri del rosé, sulle sue potenzialità commerciali, in Italia e all’estero, sulle modalità per comunicare efficacemente e in modo innovativo. Madrina di Roséxpo sarà Adua Villa, sommelier Master Class, enogastronoma e docente AIS, insignita del titolo di Ambasciatrice del Vino Abruzzese. Adua è volto noto per le sue apparizioni in tv ed è autrice del primo romanzo enologico italiano “Vino Rosso tacco 12”. Roséxpo è un’occasione da non perdere anche per i turisti che soggiorneranno nel Salento, durante il weekend “lungo” del 2 giugno: a storia, arte, mare e natura si aggiungerà la possibilità di vivere una piacevole wine experience, nel contesto di un luogo magico, il Must (www.mustlecce.it). Il Museo Storico Cittadino è, infatti, una location splendida, nel cuore antico della città, affacciata sul teatro greco e ospitante diverse mostre, temporanee e permanenti.

Roséxpo rientra tra gli appuntamenti del programma a sostegno della candidatura di Lecce a Capitale della Cultura Europea: “Lecce 2019” non è solo un claim, ma un contenitore dove la dimensione culturale del territorio incontra e si confronta con la conoscenza di altre realtà. Città dell’estremo oriente del Tacco di Italia, con affaccio sul Mare Nostrum di cui condivide la cultura vitivinicola, Lecce può – a giusto titolo - candidarsi a essere anche la Capitale del Rosato diventando laboratorio materiale e costruttivo di nuove prospettive per i Rosé.

Chi organizza Roséxpo: l’Associazione deGusto Salento

deGusto Salento è la prima associazione con i produttori vitivinicoli di Negroamaro, che unisce sinergicamente le aziende Agricole Vallone, Cantele, Cantine Due Palme, Castel di Salve, Castello Monaci, Conti Zecca, Michele Calò & Figli, Rosa del Golfo, Severino Garofano Vigneti e Cantine, Tenute Rubino, Valle dell’Asso, Vetrere.

Roséxpo, in collaborazione con Salento in tasca, ha diffuso una mappa che presenta i luoghi dell’evento, le cantine di deGustoSalento, i locali e ristoranti che aderiscono a Roséxpo.

 

 

TUTTO QUEL CHE C’É DA SAPERE SU ROSÉXPO

 

INFO su COSTI E PRENOTAZIONI

Hotel Leone di Messapia_31 maggio, ore 17.30 TAVOLA ROTONDA “I vini Rosati: Identità, Innovazione, Immaginario”. Ingresso libero

Hotel Leone di Messapia_31 maggio, ore 21.30 SERATA DI GALA Evento su prenotazione; ticket ingresso: euro 40.

Must_1 e 2 giugno, dalle ore 18 alle ore 23 BANCHI D’ASSAGGIO Il pubblico può accedere ai banchi d’assaggio, ognuno curato da un sommelier AIS, con l’acquisto di un carnet di euro 10, che comprende anche calice, pettorina porta-calice e la possibilità di partecipare all’appuntamento APERITIVO IN ROSE’

Must_1 e 2 giugno, DEGUSTAZIONI GUIDATE: eventi a pagamento e su prenotazione

Per prenotazioni: tel. 334.1210267 dalle 10 alle 13.00 e dalle 16.00 alle 19.00

 

TAVOLA ROTONDA

Sabato 31 maggio, alle ore 17, Roséxpo si apre all’Hotel Leone di Messapia con la tavola rotonda “I vini Rosati: Identità, Innovazione, Immaginario”. I relatori condivideranno le proprie esperienze e i propri punti di vista sul tema rosati, aprendosi al dialogo, al fine di individuare, per questi vini, nuovi scenari possibili di crescita e sviluppo, in termini sia di mercato che di immagine. La tavola rotonda vuole alimentare, negli addetti ai lavori presenti, interessanti spunti di riflessione e intende essere concreta occasione di confronto.

Relatori:

DARIO STEFANO Senatore della Repubblica - ANGELO PERETTI Giornalista enogastronomo; Direttore internetgourmet.it - VALENTINA DI CAMILLO Produttrice Tenuta I Fauri (Chieti); Presidente Donne del Vino Abruzzo - GIUSEPPE BALDASSARRE Ais Puglia; Docente responsabile nazionale dell'Osservatorio su Vino e Salute AIS Italia

Moderatore: FRANCESCA DE LEONARDIS Donne del Vino Puglia

 

SERATA DI GALA

Sabato 31 maggio, alle ore 21.30, l’Hotel Leone di Messapia ospita la Serata di Gala di Roséxpo, con cena a buffet mediterraneo e, dalle 23, DjSet con Lady Wasaby

Partner della serata

DEGUSTAZIONI GUIDATE

Per gli appassionati e per tutti coloro che desiderano essere accompagnati, nel percorso di conoscenza dei rosati, dagli esperti di AIS Puglia e SLOW FOOD Puglia, ci sono le degustazioni guidate, che si terranno l’1 e il 2 giugno al MUST.

1 giugno, ore 18,15: “Bellavista Gran Cuvèe Rosé: 4 annate a confronto 2004.2006.2007.2008”

Relatore: Mattia Vezzola; Relatore AIS: Adele Ninni; Relatore SLOW FOOD: Francesco Muci

1 giugno, ore 20,30: “I Rosati da uve Negroamaro”

Relatore AIS: Fabrizio Miccoli; Relatore SLOW FOOD: Francesco Muci

 

2 giugno, ore 18,15 “Bolle di Negroamaro: un vitigno e i suoi spumanti”

Relatore AIS: GIUSEPPE BALDASSARRE; Relatore SLOW FOOD: Francesco Muci

2 giugno, ore 21 “Orizzontale di Rosati di Puglia”

Relatore AIS: GIUSEPPE BALDASSARRE

 

APERITIVI IN ROSE’

L’1 e il 2 giugno, alle ore 19.30, c’è un appuntamento a cui non si può mancare: l’Aperitivo in Rosé di Nobili Pasticci. La chef Sara Latagliata, accompagnata da Maristella Devicienti e da Maria Teresa Ruggiero, propone al pubblico del Must una rivisitazione dello street food, in chiave pugliese. Come? La puccia, tradizionale pane salentino, si arricchisce nel suo impasto di farina di carruba e viene farcita con Pallone di Gravina - Presidio Slow Food (formaggio vaccino a pasta dura filata), Cipolla Rossa d’Acquaviva e sanapo (verdura selvatica). Il panino gourmet, così, è un perfetto esempio di equilibrio tra rispetto della tradizione territoriale e innovazione culinaria. In linea con lo stile di Nobili Pasticci, la presentazione ha una sua progettualità: la puccia è “break à porter”, ossia offerta in una scatola-gioiello. Sempre giocando sulle reinterpretazioni, c’è anche il chapati made in Puglia: il tipico pane indiano è ispirazione per una specialità a base di patate sieglinde, capocollo di Martina Franca e fico mandorlato. Il packaging di questa proposta è un sacchetto-balloon, con palloncino rosé in sospensione. A collaborare con la chef, anche una squadra dei ragazzi dell’Istituto Alberghiero di Santa Cesarea Terme. I vini degli Aperitivi in Rosé sono, l’1 giugno, le etichette delle aziende di deGusto Salento, il 2 giugno, quelle dell’Associazione “Le Donne del Vino di Puglia”. Musica dal vivo durante gli appuntamenti.

 

PRESENTAZIONE LIBRI

Lunedì 2 giugno, a Roséxpo, si presentano due libri dedicati al vino, grande passione di entrambi gli autori; solo che uno è un romanzo frizzante e ironico, l’altro un prezioso saggio sui rosati di Puglia.

Ore 19.00 Al MUST, il giornalista Gianpiero Pisanello intervista Adua Villa, sommelier Master Class, consulente enogastronomica, docente nei corsi di formazione AIS, con un notevole riscontro mediatico dato dalle sue frequenti apparizioni televisive. La Villa è autrice di “Vino Rosso Tacco 12”, pubblicato quest’anno. Il romanzo racconta di Gilda, wine taster, alla ricerca dell’uomo della vita che deve essere “come la cantina ideale, un mix di etichette italiane e francesi”. Tra amorosi incontri e illusioni svanite, la protagonista racconta con identica passione i vini che saziano anima e corpo e l’uomo che riempie il suo cuore. Un divertente viaggio al femminile nelle emozioni profonde legate a quelle bottiglie cui l’autrice non potrebbe mai rinunciare

Ore 20,30 Al MUST, Giuseppe Baldassarre Sommelier, Docente Responsabile Nazionale dell’Osservatorio su Vino e Salute di AIS parla de suo ultimo lavoro “Una terra vestita di rosa. Viaggio alla scoperta dei Vini Rosati di Puglia”, presentato in anteprima al Vinitaly 2014. Il nuovo libro di Baldassarre è un testo tutto dedicato a un vino che oggi è ritornato in auge grazie ai sempre più intensi consensi delle guide enoiche italiane e anche estere. Baldassarre è un fine e profondo conoscitore dei vitigni pugliesi e, con i suoi studi, ne mette in evidenza le origini, la storia, le curiosità, le differenze anche sensoriali.

 

LE DONNE DI ROSÉXPO

ADUA VILLA è stata scelta come madrina della prima edizione di Roséxpo. La Villa è sommelier Master Class, enogastronoma e docente AIS, insignita del titolo di Ambasciatrice del Vino Abruzzese; è volto noto televisivo per le sue apparizioni a La prova del Cuoco, Casa Alice, Uno Mattina Estate, Tg5 Gusto. Ha scritto su vanityfair.it e leifoodie.it, per anni è stata la voce femminile di Decanter su Radio 2 ed è autrice del primo romanzo enologico italiano “Vino Rosso tacco 12”.

TERESA VARVAGLIONE, sommelier AIS Puglia, a conclusione della tavola rotonda del 31 maggio, sarà insignita del riconoscimento di Ambasciatrice dei Rosati di Puglia.

LE DONNE DEL VINO DI PUGLIA collaborano con Roséxpo. La delegata per la Puglia, Sabrina Soloperto, ha aderito con entusiasmo al progetto: infatti, i vini rosati in degustazione all’aperitivo del 2 giugno, dove sarà protagonista Adua Villa, saranno quelli dell’Associazione. Non solo, sarà proprio una donna del vino, la tranese Francesca De Leonardis, a moderare la tavola rotonda del 31 maggio.

LA SETTIMANA DEI VINI ROSATI TRA RISTORANTI E COCKTAIL BAR

Nei ristoranti e cocktail bar convenzionati di Lecce e provincia, nella settimana precedente a Roséxpo, sarà possibile seguire dei percorsi di degustazione con menù dedicati ai vini rosati del Salento. Cocktail Bar a Lecce: Corto Maltese, Quanto Basta, 300mila Lounge Bar

Ristoranti a Lecce: Alle Due Corti, Osteria degli Spiriti, Fiori di Zucca, Volo, Locanda Rivoli, 300mila Lounge Bar

Ristoranti in provincia: Le Dune Suite Hotel (Porto Cesareo), Bacino Grande (Porto Cesareo), La Vecchia Botte (Ugento), La Gattamora (Uggiano La Chiesa), Le Macare (Alezio).

MOSTRA DI ETICHETTE

L’1 e il 2 giugno, l’Accademia di Belle Arti di Lecce, allestirà nel suo chiostro, un'anteprima della mostra “Passaporto di Bacco in Rosè”, omaggio a Vittorio Bodini, poeta pugliese, supremo cantore di un Sud mitico, in occasione del centenario della Sua nascita. Le opere sono realizzate dagli allievi dell'Accademia di Belle Arti di Lecce e dagli studenti dei Licei Artistici pugliesi all'interno del progetto “Concorso di Etichette Artistiche per Vini d'Autore - Passaporto di Bacco in Rosè” promosso dall'Associazione culturale Diotima ed ideato da Nicolina Calabrese, presidente dell'Associazione. L’appuntamento in occasione di Roséxpo rappresenta anche l'occasione per promuovere la 1° edizione del Premio “Concorso di etichette artistiche per Vini d'Autore - Passaporto di Bacco in Rosè”, tutto al femminile e dedicato ai Vini Rosati pugliesi. I destinatari del concorso sono tutte le studentesse dell'Accademia di Belle Arti di Lecce, dei Licei Artistici e dei Conservatori Musicali”


SPONSOR E PARTNER

Sponsor di Roséxpo sono le Banche CREDEM e BCC LEVERANO, l’acqua FONTENOCE, WAF design for wine, AMORIM tappi di sughero. Amorim promuove a Roséxpo il suo progetto “Etico”, per il recupero e il riciclo dei tappi di sughero, in un’ottica di ecosostenibilità e salvaguardia del pianeta. A tale scopo l’Azienda ha messo a disposizione di deGusto Salento le apposite box, per la raccolta dei tappi in sughero usati.

Partner di Roséxpo sono HOTEL LEONE DI MESSAPIA, NOBILI PASTICCI Cultura a Tavola, CREAM GEL, MELTENI Vacanze e Resort, I CONTADINI dalla terra alla tavola, LE MACARE, LE DONNE DEL VINO DI PUGLIA, ACCADEMIA DI BELLE ARTI DI LECCE, PASSAPORTO DI BACCO, ASSOCIAZIONE DIOTIMA, RI_USO. Ri_Uso collabora con Roséxpo mettendo a disposizione sedute e piani che sono veri e propri oggetti d’arte d’uso quotidiano, perfetti per abitare gli spazi del MUST, sviluppando un concept espositivo, per gli sponsor, inusuale e innovativo. La particolarità è che le texture dei moduli in ferro di Ri_Uso sono frutto del recupero in chiave design di frammenti inutilizzati e di scarto, derivanti dalla produzione industriale.

Media Partner Roséxpo: Food and Beverage (mensile nazionale)

Progetto Digital Media Roséxpo: I Move Puglia